Ultime notizie

LaPorzione.it, una scelta “senza carta”

L’editoriale “acre” di una nuova avventura tra il globale e il “frammento”

Chiesa e digitale - Vignetta«Entro cinque anni la morte del giornale». Lo aveva annunciato diverse volte il New York Times, lo aveva ribadito nel 2009 usando la metafora di un transatlantico che affonda ed oggi, nella piccola “porzione” abruzzese, sembra essere l’accusa mossa alla scelta della diocesi di Pescara-Penne di passare dalla pagina diocesana di Avvenire, o da una episcopale rivista locale, ad un notiziario tutto online: laPorzione.it

Eppure se da un lato l’editoriale vuole celebrare l’inizio di un percorso, o la tappa di un importante cammino iniziato qualche anno fa, allo stesso tempo deve constatare la “morte” di progetti di collaborazione, di scelte studiate dal basso della professione e bocciate dall’alto della proprietà personale. La porzione.it pone i remi nel mare del web entusiasta di navigare tra le poche esperienze esclusivamente online ecclesiali, ma scende in campo con la bocca amara sapendo che un lavoro articolato tra diocesi, nelle regione ecclesiale abruzzese-molisana, avrebbe favorito la nascita di una unica rivista, fatta “di carta” e guidata da religiosi e laici professionisti.

Un progetto “divino”, invece, ci ha portato qui e pian piano, tra calcoli infinitesimali, idee evidenziate di giallo e preventivi segnati col rosso la piccola redazione ha scelto e ha optato per la rete, per la condivisione dei stravisitati social networks, per la forza interattiva del web 2.0, ma soprattutto ha rievidenziato i sogni, ha cancellato il rosso del budget ed ha abbracciato una possibilità editoriale che possa remunerare la professione e risparmiare sul bianco materiale igroscopico e sulla sua distribuzione. «Troppa carta» ci si è ripetuti, troppa carta da riempire, da cestinare, troppa carta autocelebrativa di cronisti improvvisati e troppa carta affidata a volontari o a giornalisti arrangiati a cui nulla si può promettere, se non una visibilità nei ristretti ambienti curiali. Troppa carta per arricchire società partner filocattoliche, spendersi di lavoro e impoverire le diocesi – come se la Chiesa dovesse solo perdere in progetti di imprese. Troppa carta per dimostrare, a chi non so, che monsignori e preti lavorano e promuovono iniziative. Troppa carta!

LaPorzione.it, così, esce dal grembo tra placenta acre, ma con l’entusiasmo del gemito di un neonato, con la voglia di crescere e vivere,  nella necessità di osservare il mondo e di interrogare sui “perché” dei fatti e lo farà afferrando le notizie e rileggendole attraverso la gente della “piccola parte”, del “frammento”, della “porzione” di mondo che è l’Abruzzo. Racconterà il “tutto” nel “dialetto” delle impressioni locali in una archiviazione detta “globale” e chiederà lo sforzo di “parlare italiano” quando la notizia locale avrà un valore universale in una archiviazione della “glocale”. Approfondirà i temi in diverse rubriche, cercherà di parlare la lingua degli uomini nella rassegna teologica di testata “la porzione” e si divertirà nella arguta e vanesia “Terza web”. Insomma è “laPorzione.it Nel frammento, tutto”.

About Simone Chiappetta (467 Articles)
Direttore responsabile del notiziario online "Laporzione.it" e responsabile dell'Ufficio per le Comunicazioni Sociali dell'Arcidiocesi di Pescara-Penne. Laureato in Scienze della Comunicazione sociale e specializzato in Giornalismo ed Editoria continua la ricerca nell'ambito delle comunicazioni sociali. Ha collaborato con quotidiani di cronaca locale e ha coordinato negli ultimi anni la pagina diocesana di Avvenire.
Contact: Website

18 Comments on LaPorzione.it, una scelta “senza carta”

  1. Giorgio Furlani // 1 Novembre 2010 a 19:33 //

    Da quando è nato codesto giornale online, ci metto il naso quasi tutti i giorni.
    Professionale e nel contempo ricchissimo di spunti di riflessione. Complimenti !
    Un augurio in particolare di buon lavoro al Direttore (e nostro parroco a Villanova) Don Simone.

  2. ciprian // 1 Novembre 2010 a 15:37 //

    non essendo uno che legge molto gli articoli in generale, ma dopo questo scritto sopra posso dirvi che ” LA PORZIONE” come sito cerchero di guardarmelo tutti i giorni!!!! in bocca a lupo per il futturo visto che vi trovate all’inizio!!!!

    bravi!!!!!!

  3. Ottimo editoriale… non solo hai squarciato le veline che (dis)orientano la stampa cattolica di oggi (e anche a “casa nostra”…), ma hai aperto un bello strappo nello schermo – e spero nella mente – di chi legge!

    Continua così e… sarà bello vedere cosa c’è “oltre”!

    Un abbraccio di pace.

  4. giuseppe // 26 Ottobre 2010 a 19:28 //

    complimenti ,ci mancava proprio “laPorzione.it” bravissimi per tutto

  5. E da questa settimana inzieremo con un aggiornamento continuo! Grazie per i “grazie” graziosi di ringraziamento e crepi il lupo!

  6. Siete Grandi!
    Buon Lavoro

  7. Ilenia Di Sabatino // 25 Ottobre 2010 a 12:38 //

    Faccio i complimenti a tutti per il sito e vi auguro buon lavoro…. forza siete una bella squadra a cui nn manca nulla…….in bocca al lupo per questa nuova avventura 🙂

  8. Complimenti, sempre grande!

  9. Questo Sito è davvero fantastico, complimenti e tanti Auguri a don Simone e a tutto il suo staff!!
    Il Signore vi Benedica e vi Accompagni anche in questa Missione.

  10. Parrocchia Beata Vergine Maria della Pace // 24 Ottobre 2010 a 09:38 //

    Un saluto da tutta la comunità parrocchiale e un grosso in bocca a lupo per la nuova avventura!

  11. annarita nerone // 24 Ottobre 2010 a 00:37 //

    L’entusiasmo e la professionalità non mancano, quindi buon lavoro!

  12. Maria Rosaria Ciarfella // 23 Ottobre 2010 a 23:01 //

    Bravi, bravi e ancora bravi. Continuate così. Buon lavoro.

  13. Grazie Simone per la qualità del servizio, per l’impegno nel pensare qualcosa proiettato nel futuro – Buon lavoro

  14. Fabrizio Pavone // 23 Ottobre 2010 a 16:11 //

    bene, ottima iniziativa devo dire che si comincia già alla grande!! auguri a tutti voi e buon lavoro!!!

  15. ARISTIDE // 23 Ottobre 2010 a 15:33 //

    Come inizio direi alla grande, complimenti per l’articolo ed un grosso in bocca al lupo.
    Fratellone come al solito sempre dritto e testa alta…..

  16. Sì, complimenti: per la serietà professionale e per lo sforzo di coordinazione. Un “grazie” e un “in bocca al lupo” a tutti noi.

  17. Piero Mancini // 23 Ottobre 2010 a 08:00 //

    Un saluto e un grosso “In bocca al lupo” per questa splendida iniziativa. Che Dio benedica questa iniziativa editoriale e tutti voi che ne fate parte.

  18. Caro Simone complimenti per l’articolo.

    Un saluto a tutti i lettori.

I commenti sono bloccati.