Ultime notizie

Un “clic” per festeggiare le mamme

Origiale iniziativa del Cipsi: il Nobel alle donne e mamme africane

Un “clic” per festeggiare in un modo originale la giornata dedicata alla mamma. È la proposta del Cipsi, coordinamento di 48 associazioni di solidarietà internazionale e di ChiAma l’Africa. Basterà collegarsi al sito www.noppaw.org per aderire all’iniziativa “Walking Africa deserves a Nobel. Nobel Peace prize for African Women”.

Dopo aver riconosciuto l’impegno per la pace al presidente degli Stati Uniti, Barak Obama, nel 2009, così, «per i suoi straordinari sforzi – era la motivazione chissà se ancora valida – per rafforzare la diplomazia internazionale e cooperazione tra i popoli» e allo scrittore e critico letterario cinese Liu Xiaobo «per la sua lunga e non violenta lotta per i diritti umani in Cina», potrebbe essere una buona idea insignire la donna africana con il con il premio previsto nel testamento di Alfred Nobel del 1895.

«La proposta – recita il sito – nasce a partire dalla constatazione del ruolo crescente che le donne africane hanno acquisito nella vita quotidiana dell’Africa. Le donne sono protagoniste e trainanti sia nei settori della vita quotidiana che nell’attività politica e sociale. Sono le donne in Africa che reggono l’economia familiare nello svolgimento di quell’attività, soprattutto di economia informale, che permette ogni giorno, anche in situazioni di emergenza, il riprodursi del miracolo della sopravvivenza».

In Africa, infatti, «la madre – Guido Barbera, presidente di Solidariretà e Cooperazione Cips – è il pilastro su cui la struttura della famiglia e dell’intera comunità fa affidamento. Per tante donne, però, diventare ed essere madri è una vera e propria ‘missione impossibile’: il rischio di morire per gravidanza e parto è di 1 a 16 per una madre africana, a fronte di una probabilità su 3.800 per una donna che vive in un paese industrializzato». Di qui la necessità di «difendere la salute delle madri, promuovendo politiche che riducano i casi di morte legati al parto, dato che tante mamme arrivano al termine della gravidanza in gravi condizioni di denutrizione».

La campagna, sicuramente atipica, perché tende ad attribuire il nobel non ad una singola persona, ma ad una collettività, è un modo per porre l’attenzione sulla necessità di privilegiare nei rapporti di cooperazioni proprio le donne e le loro organizzazioni. «L’Africa oggi può sperare nel proprio futuro – concludono gli organizzatori – soprattutto a partire dalle donne comuni, quelle che vivono nei villaggi o nelle grandi città, in situazioni spesso di emergenza, e di cui le donne che sono emerse, sia nella politica, sia nella cultura, sia nell’attività imprenditoriale, non sono che un’espressione visibile».

About Simone Chiappetta (414 Articles)
Direttore responsabile del notiziario online "Laporzione.it" e responsabile dell'Ufficio per le Comunicazioni Sociali dell'Arcidiocesi di Pescara-Penne. Laureato in Scienze della Comunicazione sociale e specializzato in Giornalismo ed Editoria continua la ricerca nell'ambito delle comunicazioni sociali. Ha collaborato con quotidiani di cronaca locale e ha coordinato negli ultimi anni la pagina diocesana di Avvenire.
Contact: Website

1 Comment on Un “clic” per festeggiare le mamme

  1. Erika Borella // 7 maggio 2011 a 19:41 //

    Grande iniziativa!! Ho appena firmato l’appello!

I commenti sono bloccati.