Ultime notizie

Facebook tradisce il consigliere Blasioli

Antonio Blasioli aveva provocatoriamente lasciato un messaggio ad un amico, in bacheca su Facebook, invitandolo a non venire a Pescara per l’impossibilità di parcheggiare. Ed è subito bufera

È proprio vero che gli amici, quelli veri, non esistono. O quanto meno non lo è qualcuno dei 559 inseriti nella pagina Facebook di Antonio Blasioli, consigliere comunale del Partito Democratico al Comune di Pescara, il quale avrebbe diffuso un’espressione polemica inviata dallo stesso Blasioli ad un amico: “Fabio, un consiglio: non ci venite a Pescara nel fine settimana, questi sono degni di Ionesco”. La provocazione del consigliere di minoranza nascerebbe da un articolo di cronaca, di una testata locale on line, da lui stesso condiviso su Facebook e incentrato sui disagi, registrati nello scorso fine settimana, conseguenti alla mancanza di parcheggi e autobus sulla riviera pescarese per assicurare una corretta mobilità ai villeggianti. Commentando l’articolo, aveva affermato “Comune di Pescara allo sbando. INCAPACI”, quindi il “fattaccio”.

Antonio Blasioli, consigliere comunale del Pd

È stata un’ ingenuità grossolana, quella commessa dal consigliere Blasioli il quale, in queste ore, è nell’occhio del ciclone con buona parte della politica e delle associazioni di categoria cittadine che richiedono le dimissioni del consigliere comunale. A partire dagli uomini della maggioranza: «Un pubblico amministratore – hanno affermato il vice capogruppo del Pdl Armando Foschi ed il consigliere Pdl e presidente della Commissione Finanze Renato Ranieri – seppur di opposizione, non dovrebbe mai avventurarsi in una simile affermazione, tanto più grave visto il ruolo ricoperto. Un pubblico amministratore ha il dovere di tutelare l’immagine della propria terra sempre e comunque, e non denigrare il volto di quella terra che vive di turismo e commercio. Riteniamo intollerabile l’affermazione del consigliere Blasioli che ha il dovere di chiedere pubblicamente scusa alla città».

Ma anche tra gli operatori turistici, lo sconcerto è enorme: «Le dichiarazioni del consigliere comunale Blasioli – ha osservato Riccardo Ciferni, presidente del Consorzio Imprese Balneari dell’Adriatico – un rappresentante dell’amministrazione anche se di minoranza, eletto con i voti del popolo, ci ha lasciato sconcertati, esterrefatti. E’ assurdo che un rappresentante di un’amministrazione scoraggi il turismo nella stessa città che rappresenta, invitando tutti i suoi lettori a non venire a Pescara, a disertare le nostre spiagge, e non possiamo accettare che questo avvenga solo per esclusiva rivalsa politica nei confronti della maggioranza di governo, esattamente come ha fatto appena qualche giorno fa un altro consigliere comunale del Pd, Enzo Del Vecchio, in merito allo Stadio del Mare, altra opera che punta a rivitalizzare il turismo cittadino e che il Pd sta cercando di fermare».

E poi ci sono i commercianti a non digerire l’improvvida uscita di Antonio Blasioli: «E’ semplicemente vergognoso –

I parcheggi sulla riviera - Foto: www.gianodo.it

dichiarano i commercianti di Porta Nuova – che un amministratore comunale, per una spicciola polemica politica, inviti su Facebook, quindi uno strumento che è raggiungibile e leggibile in tutto il mondo ad “evitare di venire a Pescara”. Per Blasioli, che non ha a cuore Pescara, evidentemente è tutto strumentale alla sua carriera politica anche distruggere l’immagine di una città e danneggiare interi settori che ogni mattina, tra mille difficoltà, portano avanti attività spesso tramandate di padre in figlio».

Ed proprio a un figlio che il consigliere Blasioli paragona la città di Pescara, motivando la sua esternazione per cercare di ricucire lo strappo: «Amare un figlio – si interroga Blasioli – significa, forse, non poterlo mai sgridare? Avere a cuore Pescara vuol dire non avere il diritto di rendere noto ciò che qui non va? Sono convinto che sia grazie alle critiche che si cresce, si superano gli ostacoli e si diventa migliori, non nascondendo la polvere sotto i tappeti. Anche se questo, comunque, non era il nostro caso».

E aggiunge: «Se ho offeso qualcuno, chiedo scusa, ma non permetto a nessuno di mettere in dubbio la mia buona fede. Voglio che sia chiaro, inoltre, che non è sollevando sterili polemiche che i problemi vengono risolti». Dunque, il consigliere comunale chiede scusa e non ci sta a passare per “nemico della città” però, forse, da oggi la lista degli amici di Blasioli, su Facebook, scenderà a 558.

About Davide De Amicis (2699 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website