Ultime notizie

Messe anticipate: colpa dei marciapiedi rotti

E’ l’iniziativa dell’abate della Cattedrale di Pescara: “Col buio i fedeli più anziani rischiano di cadere sui marciapiedi rotti e non riparati dal Comune”

La Cattedrale di San Cetteo

A Settembre, si sa, le giornate si accorciano, la notte scende prima e tutte le parrocchie rivedono gli orari delle messe serali anticipandole, ma nella Cattedrale di San Cetteo, a Pescara, l’abate don Giuseppe Natoli, nel farlo, ha una motivazione in più:«Da giovedì prossimo – ha annunciato il presbitero dall’altare, durante le liturgie di domenica scorsa – anticipiamo l’orario d’inizio delle messe vespertine dalle ore 18:30 alle 18 perché, altrimenti, gli anziani frequentatori della nostra parrocchia rischiano di farsi male, inciampando sui marciapiedi divelti e mai riparati dall’amministrazione comunale, nonostante i ripetuti inviti da noi rivolti»

don Giuseppe Natoli

Insomma, questa volta la giunta comunale guidata dal sindaco Luigi Albore Mascia, non si trova ad affrontare la solita provocazione politica piovuta dai banchi dell’opposizione, ma una critica vera e propria basata su fatti acclarati e, per di più, innescata da un’autorità qual è l’abate della Cattedrale pescarese:«Noi – ha precisato don Giuseppe Natoli – ogni anno, dal 15 Settembre, anticipiamo l’orario delle messe serali, ma quest’anno a maggior ragione perché non possiamo permettere che i nostri anziani si assumano rischi, percorrendo i marciapiedi malridotti delle strade comprese nel territorio della nostra parrocchia».

Parliamo delle tante vie e viali che, a Porta Nuova, collegano viale Marconi a viale D’Annunzio.

Un marciapiede rotto in via Monti

Strade che quotidianamente subiscono una grossa mole di traffico, presentando numerose buche e marciapiedi lesionati, con lastre sporgenti, che rappresentano un potenziale rischio per la sicurezza dei fedeli più longevi:«Addirittura – ha raccontato il parroco di San Cetteo – in un’occasione è stato proprio un mezzo del Comune a rompere il marciapiede, di fronte alla Cattedrale, intervenendo per la manutenzione di un lampione».

E sono proprio i lampioni non funzionanti un’altra problematica ravvisata dalla comunità parrocchiale della Cattedrale, ma non solo perché sotto accusa c’è anche la movida di Pescara vecchia:«Di notte – accusa l’abate Natoli – davanti i nostri locali, è pieno di ragazzi, provenienti dalle vicine via delle Caserme e Corso Manthonè, che bivaccano sporcando e lasciando cartacce e bottiglie che poi, l’indomani, siamo costretti a pulire noi, dato che l’amministrazione comunale interviene saltuariamente». Insomma i parrocchiani, ancora una volta, richiedono l’intervento dell’amministrazione comunale a cui converrà intervenire perché, come dicevano gli antichi, “voce di popolo, voce di Dio”.

About Davide De Amicis (2487 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website