Ultime notizie

Ancora fuoco in Val Pescara, brucia Castiglione

20 ettari in fumo a Castiglione a Casauria. Sul posto, per lo spegnimento, Forestale, Vigili del Fuoco e Protezione Civile

Continua ad essere letteralmente un interminabile estate “di fuoco”, quella che ancora ci accompagna alimentando incendi come quello di ieri a Castiglione a Casauria. Si è trattato di un vasto rogo di sterpaglie che ha divorato oltre 20 ettari di vegetazione in un’area, quella della Val Pescara, letteralmente incenerita da decine e decine di fuochi sprigionatisi negli ultimi due mesi. L’incendio di ieri si è sviluppato nel primo pomeriggio, poco prima delle 15, e subito dopo è stato dato l’allarme.

Volontari di Protezione Civile in azione

Sul posto sono immediatamente intervenute gli uomini del Corpo Forestale dello Stato con il Nos, il Nucleo operativo speciale del comando di Popoli, ed una seconda squadra giunta dal comando stazione di Torre de’ Passeri, entrambe coordinate dal Comando provinciale di Pescara, diretto dal primo dirigente Giuseppe Polci: «Le fiamme – fanno sapere dalla Forestale – erano alimentate da un vento moderato e, vista la presenza di casolari nelle vicinanze, il direttore delle operazioni di spegnimento ha ritenuto opportuno richiedere l’intervento dei mezzi aerei».

Così, nel giro di pochi minuti il Coau, il Centro operativo aereo unificato della Protezione Civile, ha fatto decollare un canadair, dall’aeroporto di Ciampino, ed un fire boss, dall’aeroporto dei Parchi di Preturo, che hanno lavorato tutto il pomeriggio. Nel corso delle operazioni, si è poi aggiunto anche un secondo canadair. Hanno coadiuvato l’opera della Forestale anche due squadre di volontari della Protezione Civile, munite di pick-up con modulo antincendio, e diverse squadre dei Vigili del Fuoco.

Anche in questo caso, non si può dare la certezza assoluta sulla natura del rogo solo per una questione formale: «L’incendio è quasi certamente doloso – spiegano gli agenti del Corpo Forestale – ma per confermarlo dobbiamo attendere l’esito delle indagini. Comunque, le statistiche relative ai precedenti parlano chiaro». Fortunatamente con l’approssimarsi del tramonto, grazie all’abbassamento delle temperature e del vento, le fiamme sono state dapprima circoscritte per poi essere completamente domate in serata. Ma solo le piogge autunnali potranno spegnere definitivamente i progetti incendiari dei piromani, che continuano a seminare il panico.

About Davide De Amicis (2489 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website