Ultime notizie

Gli adolescenti? Disincantati e confusi

Lo ha stabilito un’indagine sociologica dell’Unicef, condotta sui ragazzi abruzzesi dagli 11 ai 14 anni

Sono disincantati gli adolescenti abruzzesi: sognano una famiglia e un matrimonio veri, nonostante li ritengano sogni irrealizzabili. È questa la fotografia scattata nell’indagine sociologica “Gli adolescenti e la famiglia ieri e oggi”, condotta dall’Unicef Abruzzo su un campione di 452 giovani tra gli 11 e i 14 anni, iscritti a 32 scuole medie di 28 comuni dell’intera regione: nel pescarese l’indagine ha coinvolto le scuole medie del capoluogo, oltre che di Montesilvano, Penne, Manoppello, Caramanico e Catignano.

Gli alunni del "Marconi"

Lo studio, diretto da eminenti figure del mondo accademico abruzzese come Giulia Paola Di Nicola, Eide Spedicato Iengo e Attilio Danese, si è svolto dal Settembre 2009 al Settembre 2010, attraverso la somministrazione di un test che ha studiato gli attuali rapporti tra genitori e figli. Dopo un anno di analisi e verifiche, infine, ieri il dossier è stato presentato nella sala consiliare del Comune di Pescara, alla presenza degli studiosi e dei protagonisti, gli alunni della terza A del liceo delle Scienze sociali “Marconi”.

Anna Maria Monti, presidente Unicef Abruzzo

A rendere particolarmente interessante l’indagine sociologica è, fra l’altro, la comparazione con la prima indagine, pubblicata nel 1995: «Con una certa soddisfazione – ha esordito Anna Maria Monti, presidente regionale dell’Unicef – possiamo dire che la famiglia, in Abruzzo, tiene ancora. Lo confermano il 41,8% dei ragazzi intervistati, i quali affermano che non si può vivere senza, anche se rispetto a 15 anni fa molte cose sono cambiate e nelle famiglie, dove prima si contavano due figli con molte più madri a casa, oggi sono i figli unici a farla da padrone, con i genitori entrambi lavoratori».

L'indagine dell'Unicef

Ed è proprio nell’assenza dei genitori che si crea quel vuoto alla base dell’“emergenza educativa”, con i ragazzi che crescono soli davanti al computer, ai social network, sempre più incerti sul futuro e disorientati. Tornando ai dati, a sorpresa, è il 70,5% degli adolescenti ad indicare l’amore dei figli tra i valori che contano, idealizzando l’armonia tra i genitori e sognando di essere una coppia serena. Concetti che, paradossalmente, si confondono in uno stile di vita condotto con superficialità: «Si tratta di ragazzi – ha spiegato Attilio Danese, docente di Sociologia dell’educazione all’università telematica “Leonardo Da Vinci” – che lamentano una scarsa comunicazione in famiglia, con i genitori che non vanno oltre la domanda “Come vai a scuola?”».

Guido Cerolini, assessore alle Politiche Sociali

Insomma, il lavoro porta via la quasi totalità del tempo a mamma e papà, i quali hanno bisogno di sostegno: «Ci sarebbe molto da fare – ha proposto Giulia Paola Di Nicola, docente di Sociologia della famiglia all’università “D’Annunzio” – con gli oratori che potrebbero integrare la funzione dei familiari». Un progetto, quest’ultimo, già previsto dall’amministrazione comunale:«Insieme alla Caritas – ha annunciato Guido Cerolini, assessore alle Politiche Sociali – realizzeremo oratori nei quartieri più disagiati di Pescara, togliendo i ragazzi dalla strada e dando loro uno spazio per crescere insieme».

About Davide De Amicis (3027 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website