Ultime notizie

Focus sulle cellule staminali

Il centro di bioetica di Penne in ricerca “a servizio dell’uomo”

«La ricerca a servizio dell’uomo». Questa la volontà, da manifesto, del Centro di Bioetica “S. Agostina Pietrantoni” che tornerà, domani, venerdì 24 febbraio, alle 18, presso la parrocchia San Massimiliano Kolbe, in via Fonticoli – Penne (Pe), per un «focus sulle cellule staminali».

«Riteniamo che sia importante – spiega don Venanzio Marrone, responsabile del Centro Bioetica – confrontarsi e far conoscere il pensiero della Chiesa anche nell’ambito di questa scienza. Gli incontri, a scadenza mensile – fino ad aprile – vogliono presentare il pensiero del Magistero che sempre tutela la persona umana dalla nascita fino alla morte».

All’appuntamento interverrà il dott. Fabio Savini, dirigente medico, ricercatore e docente presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Chieti.

 

 

 

About Simone Chiappetta (448 Articles)
Direttore responsabile del notiziario online "Laporzione.it" e responsabile dell'Ufficio per le Comunicazioni Sociali dell'Arcidiocesi di Pescara-Penne. Laureato in Scienze della Comunicazione sociale e specializzato in Giornalismo ed Editoria continua la ricerca nell'ambito delle comunicazioni sociali. Ha collaborato con quotidiani di cronaca locale e ha coordinato negli ultimi anni la pagina diocesana di Avvenire.
Contact: Website

3 Comments on Focus sulle cellule staminali

  1. Giorgio // 28 febbraio 2012 a 15:42 //

    Leggerò con interesse. La ringrazio per la pronta risposta!

  2. Giorgio // 28 febbraio 2012 a 12:30 //

    Purtroppo non ho potuto assistere alla conferenza. Mi interesserebbe sapere la posizione ufficiale della Chiesa su un argomento così importante come quello della ricerca sulle staminali. Mi pare di capire che l’opposizione è solo in relazione alla ricerca sulle cellule embrionali ma invece è in favore a quella effettuata su cellule provenienti da altre fonti, come il sangue del cordone ombelicale, o mi sbaglio?

    • Certo, Giorgio, è proprio come dice lei. Trattandosi di un campo di ricerca tuttora ampiamente inesplorato, la Chiesa segue e sta a guardare, nel rispetto delle competenze specifiche. Ciò su cui fin dagli albori della ricerca in questo settore il Magistero non ha taciuto sono stati i pericoli cui la tecnocrazia (e gli interessi delle ditte farmaceutiche) esponevano ed espongono l’essere umano. Per questa ragione, già quasi trent’anni fa la Congregazione per la Dottrina della Fede si espresse in materia con la Donum Vitæ; la medesima congregazione è tornata, vent’anni dopo, ad aggiornare quelle valutazioni (anche considerando il progresso delle ricerche), con la Dignitas personæ. Quest’ultimo documento è particolarmente importante in merito alle valutazioni sulle conseguenze etiche della crioconservazione degli embrioni.
      Buona lettura.

I commenti sono bloccati.