Ultime notizie

I giovani possono cambiare il mondo

E’ questa la dedica che Ernesto Olivero, fondatore del Sermig di Torino, ha lasciato ieri ai giovani pescaresi

I 700 giovani al Palacongressi

Erano in 700 i giovani provenienti da l’arcidiocesi di Pescara-Penne che, nel fine settimana, hanno allegramente invaso Pescara e Montesilvano per celebrare la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, sabato sera presso la parrocchia di San Giovanni Battista e San Benedetto a Pescara Colli, e la Giornata mondiale della gioventù, svoltasi nel Palacongressi di Montesilvano.

I ragazzi di Città Sant'Angelo

Così tra preghiera, giochi, canti e danze, i ragazzi hanno scandito le tante ore a disposizione per confrontarsi con gli altri e comprendere come incarnare un nuovo stile di vita orientato al bene comune. Si intitolava “Rispondere all’amore si può” la veglia di preghiera per le vocazioni di sabato sera, quando i giovani hanno partecipato ad un’adorazione eucaristica e quindi ascoltato dapprima la testimonianza di Carlo e Marilena, una coppia di sposi insieme da 13 anni, seguita da quella del diacono Pierluigi: «Abbiamo scelto – ha spiegato don Andrea Di Michele, direttore dell’ufficio diocesano Vocazioni – due percorsi di vita già compiuti per far capire ai ragazzi che Dio li ama e che loro possono rispondere in base alla loro disponibilità».

L'intervento di Ernesto Olivero

E questo percorso vocazionale si è compiuto ieri con la grande festa del Palacongressi intitolata “Siate sempre lieti nel Signore”: «In questa giornata – ha riflettuto don Domenico Di Pietropaolo, direttore della Pastorale Giovanile – abbiamo voluto dire ai giovani che hanno bisogno di una testimonianza grande, oggi, per vivere la fede in questa società in crisi. Ma noi possiamo dare la testimonianza che è bello seguire Gesù».

Mons. Valentinetti durante l'omelia

Quest’appuntamento è stata dunque un’ulteriore occasione di riflessione per le centinaia di giovani stimolati dalle parole di chi ha consacrato la propria vita al servizio del prossimo, quell’Ernesto Olivero che nei primi anni ’80 trasformò una vecchia fabbrica di armi a Torino nel Sermig, l’”arsenale della Pace” dove chi si è perso può ritrovare la strada: «I giovani – ha sottolineato Olivero – possono cambiare il mondo avendo occhi nuovi ed un’etica incorporata, ma gli esempi che hanno intorno non sono positivi con gli adulti che entrano in politica, nella cosa pubblica, e la deturpano».

E intrattenuti dalla musica eseguita dalla band della parrocchia di San Gabriele Arcangelo di Collecorvino, la giornata si è conclusa con la messa presieduta dall’arcivescovo di Pescara: «Entusiasmo, cari giovani – ha invocato monsignor Tommaso Valentinetti nell’omelia – forza, coraggio, impegno. Il Signore vi chiede di fare la vostra parte: la Chiesa e l’umanità hanno bisogno di voi che siete portatori di pace, d’amore, di speranza e di fede».

About Davide De Amicis (2657 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website