Ultime notizie

La prima grande festa degli oratori

Nel nuovo Centro polivalente “mons. Britti”, a sei mesi dalla loro costituzione, si sono ritrovati 100 ragazzi appartenenti agli oratori di Cristo Re, Visitazione, San Giovanni Battista e San Pietro Martire

Il nuovo centro polivalente

Oratori in festa”, è stato questo l’evento che ieri ha inaugurato di fatto il nuovo Centro Polivalente “monsignor Gustavo Britti” di via Rio Sparto, dopo il taglio del nastro di venerdì. La kermesse si è svolta celebrando i sei mesi dall’avvio del progetto, ideato da Fondazione Caritas e Comune di Pescara, che ha fatto rinascere quattro oratori in altrettante parrocchie situate in punti diversi della città, quali San Pietro Martire a Fontanelle, San Giovanni Battista – San Benedetto Abate e Cristo Re ai Colli e la chiesa della Visitazione della Beata Vergine Maria a Zanni: «In questa festa – ha spiegato Vincenzo D’Incecco, consigliere comunale delegato alle Politiche Giovanili – i ragazzi che hanno frequentato gli oratori nel corso dell’anno, hanno vissuto una giornata assieme alle loro famiglie. È stato un evento di cui sono contento, anche per il rapporto che si è instaurato tra Comune e Caritas, così come per la tanta voglia di fare riscontrata in chi ci ha lavorato».

Un torneo di biliardino

In base al programma, l’happening ha avuto inizio alle 9:30 con una mattinata di giochi e sport tipici degli oratori, calcio, biliardino e ping pong, riservata esclusivamente ai ragazzi e ai loro genitori per poi, dopo pranzo, aprirsi all’intera cittadinanza con gli spettacoli “Clown Topppy Show” e Mago Franco, a partire dalle 15:30, che poi hanno lasciato spazio all’esibizione dei ragazzi che hanno seguito i laboratori di hip hop ed il corso di chitarra. Quindi, alle 17:30, parola ancora ai ragazzi che hanno condiviso le esperienze vissute in oratorio e alle 18 si è chiuso in bellezza con l’animazione musicale: «L’evento – ha precisato Camillo De Sanctis, coordinatore del progetto Oratori – aveva dapprima l’obiettivo di mettere in rete i quattro oratori e gli operatori che vi lavorano, facendo conoscere le famiglie di zone diverse della città, dando la possibilità a queste ultime di conoscere le attività svolte».

Don Marco Pagniello, Vincenzo D'Incecco e Camillo De Sanctis

Al di là della festa, comunque, a Pescara hanno vinto gli oratori ed il ritorno al loro modello educativo, che ha riconquistato l’attenzione di un centinaio di giovani dagli 8 ai 18 anni: «Con il ritorno degli oratori – ha confermato don Marco Pagniello, direttore della Caritas diocesana – abbiamo visto l’interesse della città che ci ha dato la possibilità di educare le nuove generazioni ad una felice convivenza, ad un’accoglienza reciproca ed alla cittadinanza attiva».

Agli oratori, tra l’altro, è stato affiancato anche uno “Sportello famiglie” aperto a genitori e figli. Insomma, gli oratori sono davvero tornati, per la soddisfazione dei ragazzi e dell’amministrazione comunale che li ha seguiti da vicino: «Negli ultimi mesi – hanno concluso l’assessore comunale alle Politiche Sociali Guido Cerolini e il consigliere D’Incecco – abbiamo girato all’interno degli oratori che abbiamo voluto provare a ricostituire ricordando l’importanza di quel luogo “protetto” in cui i bambini e gli adolescenti hanno l’occasione di incontrarsi, di conoscere l’altro, senza schemi né pregiudizi, di confrontarsi e svolgere anche attività straordinarie, come laboratori teatrali o momenti di gioco e svago».

About Davide De Amicis (2487 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website