Ultime notizie

Monsignor Comerlati, il sacerdote dello “zelo”

Martedì a san Cetteo i funerali del vicario generale della diocesi morto ieri all’ospedale di Chieti

Si celebrerà Martedì alle 16, presso la cattedrale di San Cetteo in Pescara il funerale di monsignor Giuseppe Comerlati. Vicario generale dell’arcidiocesi di Pescara-Penne deceduto ieri mattina presso l’ospedale Ss. Annunziata di Cheti.

Don Giuseppe nato a Lavagno (Vr) il 26/12/1937, formato alla scuola di don Calabria ed ordinato per la diocesi di Pescara da monsignor Iannucci il 29/06/1964, dopo un periodo di servizio come vice-parroco nella comunità dello Spirito Santo in Pescara, fu nominato parroco della B.V.M. del Fuoco in Pescara.

“Rimane il ricordo di un sacerdote pieno di zelo e di amore per il Signore e per la Chiesa – sono le parole che l’arcivescovo di Pescara-Penne, monsignor Tommaso Valentinetti, ha affidato al manifesto cittadino – Uniti nella fede e nella speranza della vita eterna, accompagnamolo con la nostra preghiera, affinché possa partecipare al convito dei Santi nel cielo”.

La salma giungerà in Cattedrale alle ore 15, muovendo dalla Madonna del Fuoco e rientrerà, dopo la celebrazione, nella città natale per essere tumulata nella cappella di famiglia.

Proprio, lo “zelo”, quella parolina che spesso ripeteva ad esortazione per i novelli sacerdoti e per i fedeli della parrocchia e della diocesi, ha caratterizzato la sua vita, come ricordato dai tanti commenti che si alternano tra le pagine di questo network e nei gruppi dei locali dei social network

Un pensiero è giunto anche in redazione. “Per me e per chi li ha conosciuti – scrive Marinella Sclocco, consigliere regionale pescarese, cresciuta nella parrocchia di don Giuseppe, ricordando anche una catechista della stessa comunità morta in questi giorni – sono stati l’esempio della gioia di chi compie la parola di Dio ogni giorno. Don Giuseppe Comerlati ha avuto il compito di seguire un quartiere non semplice. Nonostante le numerose difficoltà, ha restituito grazie alla sua grande forza di volontà, alla sua grande fede e alla sua determinazione nel rispetto delle regole,una realta’ ricca di comunione e di esperienze di fede. Tutti noi siamo cresciuti all’ombra dei sui insegnamenti. Era un parroco sempre, un padre per tutti oltre l’altare, ricordo con commozione i suoi insegnamenti e le lunghe chiacchierate nelle passeggiate in montagna. Determinato,saldo, ma amorevole nel conforto. Mancherà a tutti noi.”

About Simone Chiappetta (477 Articles)
Direttore responsabile del notiziario online "Laporzione.it" e responsabile dell'Ufficio per le Comunicazioni Sociali dell'Arcidiocesi di Pescara-Penne. Laureato in Scienze della Comunicazione sociale e specializzato in Giornalismo ed Editoria continua la ricerca nell'ambito delle comunicazioni sociali. Ha collaborato con quotidiani di cronaca locale e ha coordinato negli ultimi anni la pagina diocesana di Avvenire.
Contact: Website

8 Comments on Monsignor Comerlati, il sacerdote dello “zelo”

  1. lasciarsi con un semplice addio è molto riduttivo almeno per me che ci sono stato fianco a fianco nei vari campi scuola tra Salle e Colledimacine e soprattutto in parrocchia della Madonna del Fuoco, è stata la mia guida spirituale nel cammino neocatecumenale sempre disponibile alle sofferze di tutti. Per me è stato un onore un privilegio servirlo anche nella necessità, ecco perchè è riduttivo lasciarsi con un semplice addio. Ciao Don Giusè ti porterò sempre nel mio cuore.

  2. Enzo Di Giovanni // 20 Agosto 2012 a 17:32 //

    Ho concosciuto Don Peppe nel 1965 alla Chiesa dello Spirito Santo, l’ho seguito come scout, studente, medico… in tutto è stata la mia guida nella vita, nella professione e nella fede. Il 10 novembre scorso ci siamo visti per l’ultima volta nella Curia ha benedetto un Crocifisso e l’icona della Madonna del Cammino Neocatecumenale, li ho piantati in Antartide sulla piattaforma di ghiaccio del polo sud. Saranno per sempre, segno del suo Santo Apostolato agli estremi confini della terra a testimoniare anche la Santità di un semplice sacerdote che io amavo chiamare “Don Peppe sei un satellite di Cristo”! A DIO Don Pe!

  3. Oscar Ruberto // 19 Agosto 2012 a 14:55 //

    Don Giueseppe “… sacerdote in eterno”, Grazie per il tuo ministero e per la fedeltà a Cristo e alla Chiesa. Alleluja in Cielo!!!

  4. Emilio // 19 Agosto 2012 a 10:40 //

    Nel suo paese nativo ha lasciato un segno non meno importante,di quello
    lasciato nella sua parrocchia e nella sua arcidiocesi perché era sempre
    presente nei momenti più significativi della nostra comunità ecclesiale e comunitaria
    di Lavagno,suo paese nativo.Penso di interpretare il pensiero di tutti noi
    nell’esprimere un sentimento di grande dolore per la perdita del nostro carissimo
    concittadino Monsignor Giuseppe Comerlati.Emilio Zattarin

  5. Ci conoscevamo e ci stimavamo da quando ero laica impegnata, più di 30 anni fa. Sono profondamente addolorata e, con me, le mie Consorelle. Era stato uno dei nostri formatori in Noviziato. Un vero uomo di Dio, pieno di zelo per il Signore e per i fratelli, che ha sempre servito con dedizione e generosità, senza mai risparmiarsi. Un vero testimone, che ha saputo mettere in pratica la Parola che così bene annunciava! Riposi in pace ora e da lassù possa vegliare sulla sua Parrocchia, sull’Arcidiocesi tutta e su ciascuno di noi! Grazie, Don Giuseppe!

  6. Andrea Di Giovanni // 18 Agosto 2012 a 21:05 //

    Don Giuseppe è stato un Assistente Ecclesiastico Scout presente e coinvolto nelle attività dell’AGESCI e nella vita dei Capi e deli Scout che Gli erano affidati. Esigente nella fede, è stato di una disponibilità totale nell’ascolto e nella guida spirituale delle persone che si rivolgevano a Lui. Più che un esempio, un modello si Scout e di Sacerdote.
    Don Giuseppe, Buona Strada!

  7. Jean Paul Gillissen // 18 Agosto 2012 a 16:37 //

    Un buon sacerdote ,lo ricordo con affetto dalla prima comunione. Attivo con i giovani e coerente verso la missione della chiesa e il cammino catecumenale. Rattrista la sua scomparsa, prego il Signore che possa cotribuire dal cielo a vegliare su di me.

  8. Franco Feliciani // 18 Agosto 2012 a 14:05 //

    Sei stato un faro ed un testimone della verità, ti devo tanto. Mi mancherai, ma sono certo che dal Cielo ti farai sentire. Arrivederci Don Giuseppe

I commenti sono bloccati.