Ultime notizie

Una diocesi alla riscoperta della fede

Ieri e oggi all’Oasi dello Spirito di Montesilvano Colle, i fedeli pescaresi si stanno ritrovando per vivere insieme, da protagonisti, l’anno della Fede

L'apertura del convegno

Erano in 300 i giovani che ieri mattina hanno gremito l’Oasi dello Spirito di Montesilvano Colle, giungendo da ogni parrocchia dell’arcidiocesi di Pescara-Penne per celebrare l’”Anno della fede” indetto da Papa Benedetto XVI, a cinquant’anni dall’apertura del Concilio Vaticano II che ha riscritto principi e valori della cristianità moderna e che i fedeli di tutto il mondo, pescaresi inclusi, sono ancora chiamati ad interiorizzare.

Mons. Valentinetti con don Giuseppe De Virgilio

Questa la motivazione che ha indotto la Curia, guidata dall’arcivescovo monsignor Tommaso Valentinetti, a richiamare a sé, nel convegno intitolato “Date voi stessi da mangiare”, ieri i giovani ed oggi gli adulti: «A partire da questo appuntamento – ha esordito il presule – abbiamo sicuramente da mettere in circolo l’idea di una nuova evangelizzazione non tanto nei contenuti quanto nelle modalità. Il ridire la fede a tutti significa avere il coraggio di una parola che penetra nel cuore degli uomini e soprattutto una testimonianza di vita cristiana che deve essere sicuramente ridonata a tutta la comunità diocesana».

I giovani convegnisti

Una missione non facile, quella che l’arcivescovo ha affidato nelle mani e nel cuore dei laici impegnati che saranno guidati esclusivamente dalla loro capacità di mettersi in gioco e dalla parole del Vangelo di Luca: «La fede – ha paragonato don Giuseppe De Virgilio, docente di Esegesi alla Pontificia Università di Santa Croce a Roma e all’Istituto Teologico di Chieti – è gettarsi nella braccia di una padre di cui senti la voce, ma non vedi la figura. Noi siamo uomini e donne che hanno bisogno di gettarsi sulla parola di cui ti puoi fidare, perché il gettarsi l’uno nelle braccia dell’altro nasce da una nostra ferita, quella di non poter vivere da soli avendo bisogno di fidarci».

I protagonisti del concerto

A sostenere comunque le comunità parrocchiali in questo rinnovato impegno sarà un apposito sussidio, ideato dal clero diocesano, che approfondirà tematiche e introdurrà celebrazioni. I giovani, nel pomeriggio, hanno rielaborato il tema del giorno in laboratori tematici, partecipando poi alla Santa Messa presieduta da monsignor Valentinetti. Con l’occasione, sempre nel pomeriggio, il direttore dell’Ufficio diocesano Comunicazioni Sociali, don Simone Chiappetta, ha presentato ai convegnisti il rinnovato sito diocesano, www.diocesipescara.it, reso più accattivante nella grafica, nella fruibilità dei contenuti, ma soprattutto nel collegamento con i sociali network, Facebook nello specifico, attraverso i quali sarà possibile accedere al gruppo dell’arcidiocesi, alla pagina dell’arcivescovo Valentinetti e a quella del notiziario on line, www.laporzione.it.

'Nduccio

A breve, inoltre, sarà disponibile lo streaming per ascoltare i programmi di Radio Speranza, la radio diocesana. I giovani rimasti fino a sera, infine, sono stati premiati dal grande concerto di musica dei valori cristiani, con le performance musicali di Tony Nevoso, Amedeo Giuliani e Padre Raf. Ha sorpreso, inoltre, l’intervento conclusivo di ‘Nduccio che per una volta ha lasciato gli sketch comici sotto il palcoscenico per salirvi e raccontare la sua testimonianza di fede, da laico a suo modo impegnato nel servizio verso il prossimo.

About Davide De Amicis (2658 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website