Ultime notizie

Ortolani e… contenti

Sono stati assegnati ieri per il settimo anno, a 40 pensionati pescaresi, gli “Orti d’oro” dell’associazione “Domenico Allegrino”

Per il settimo anno consecutivo, 40 pensionati pescaresi potranno beneficiare dei frutti del proprio lavoro sugli altrettanti “Orti d’oro” dell’associazione “Domenico Allegrino”, consegnati ufficialmente ieri mattina nell’ambito di una festosa cerimonia. Un’esperienza, quella degli orti urbani, che la nota onlus ha avviato nel 2006 mettendo a disposizione dei suoi ortolani un terreno di 5 mila metri quadri, donato da privati in via Fosso Cavone a Fontanelle, ripartito in 40 appezzamenti da 75 metri quadri l’uno.

Gli Orti d'oro a Fonatenelle

Un’esperienza che si rinnova nel tempo, grazie al riscontro estremamente positivo, in termini di qualità della vita, riportato dagli ortolani per passione: «Abbiamo ricevuto grandi soddisfazioni da questo progetto – ha spiegato Antonella Allegrino, presidente dell’associazione “Domenico Allegrino” – grazie ai pensionati che sono davvero desiderosi di continuare con quest’impegno. Una richiesta da cui si evince tutto il loro bisogno di socializzare, di essere impegnati, di risparmiare usufruendo del raccolto, ma anche di far risparmiare la comunità dato che chi svolge queste attività da ortolano si ammala meno».

L'assegnazione di un campo

Non a caso, gli Orti d’oro di Fontanelle saranno presto affiancati da un altro orto urbano, nuovamente messo a disposizione da un privato generoso. Campo della gioia, dell’amicizia, del sorriso, della tenerezza, sono proprio i valori umani fondamentali a nominare quei 40 appezzamenti che riempiono la vita di tanti pensionati, dai 60 agli 84 anni d’età, altrimenti troppo spesso lasciati ai margini. E per simboleggiare l’assegnazione del terreno, inoltre, gli ortalani hanno ricevuto direttamente nelle loro mani i cartelli recanti i nomi dei campi, che loro stessi affiggeranno.

I 40 pensionati alla cerimonia di iei

É questa la grande utilità sociale intrinseca al progetto che, se condivisa dagli amministratori locali, porterebbe benefici a tutti i quartieri di Pescara: «Da un lato – ha esortato la Allegrino – facciamo un grande appello all’amministrazione comunale affinché destini i propri terreni incolti a questi utilizzi, dall’altro rivolgiamo lo stesso appello ai privati in possesso di terreni urbani incolti che non utilizzeranno, perché questa è un’esperienza che possiede un valore inestimabile».

Tra l’altro la notorietà degli “Orti d’oro” è tale da aver varcato i confini regionali arrivando fino in Sicilia, in provincia di Agrigento, dove una radio locale ha diffuso l’iniziativa suscitando l’interesse di molti, che si sono fatti avanti per ripetere l’iniziativa mettendo a disposizione i rispettivi terreni.

About Davide De Amicis (2486 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website