Ultime notizie

L’urgenza di una nuova evangelizzazione

Lo ha ribadito Papa Benedetto XVI, domenica, presiedendo la liturgia a conclusione del Sinodo dei vescovi sulla nuova evangelizzazione

«Bartimeo potrebbe rappresentare quanti vivono in regioni di antica evangelizzazione, dove la luce della fede si è affievolita, e si sono allontanati da Dio, non lo ritengono più rilevante per la vita: persone che perciò hanno perso una grande ricchezza, sono decadute da un’alta dignità – non quella economica o di potere terreno, ma quella cristiana -, hanno perso l’orientamento sicuro e solido della vita e sono diventati, spesso inconsciamente, mendicanti del senso dell’esistenza».

I vescovi alla celebrazione in San Pietro

Lo ha detto Papa Benedetto XVI domenica, presiedendo la messa conclusiva del Sinodo dei vescovi sulla nuova evangelizzazione, nella Basilica di San Pietro, commentando il passo sul Vangelo di Marco sul miracolo della guarigione del cieco Bartimeo: «Sono – ha spiegato il Pontefice – le tante persone che hanno bisogno di una nuova evangelizzazione, cioè di un nuovo incontro con Gesù, che può aprire nuovamente i loro occhi e insegnare loro la strada».

Per il Papa, infatti, è stato significativo che, alla conclusione dell’Assemblea sinodale sulla nuova evangelizzazione, la liturgia abbia proposto proprio il Vangelo di Bartimeo: «Questa Parola di Dio – ha sottolineato Benedetto XVI – ha qualcosa da dire in modo particolare a noi, che in questi giorni ci siamo confrontati sull’urgenza di annunciare nuovamente Cristo là dove la luce della fede si è indebolita. La nuova evangelizzazione riguarda tutta la vita della Chiesa. Essa si riferisce, in primo luogo, alla pastorale ordinaria».

I lavori del Sinodo

Benedetto XVI, ha quindi ribadito le tre linee pastorali emerse dal Sinodo, come la prima che riguarda i Sacramenti dell’iniziazione cristiana, con la riaffermazione dell’esigenza di accompagnare con un’appropriata catechesi la preparazione al Battesimo, alla Cresima e all’Eucaristia e dell’importanza della Penitenza». È poi attraverso questo itinerario sacramentale che passa la chiamata del Signore alla santità, rivolta a tutti i cristiani. La nuova evangelizzazione, tra l’altro, è essenzialmente connessa con la missione ad gentes: «La Chiesa – ha ricordato Benedetto XVI – ha il compito di annunciare il messaggio di salvezza agli uomini che tuttora non conoscono Gesù Cristo».

Un ulteriore aspetto, inoltre, rappresenta perfettamente la condizione delle persone battezzate le quali, però, non vivono le esigenza del Battesimo. Nel corso dei lavori sinodali, a tal proposito, è emerso che queste persone si trovano un po’ in tutti i continenti, specialmente nei Paesi più secolarizzati, ma la Chiesa riserva un’attenzione particolare verso di loro. E infine, oltre ai metodi pastorali tradizionali, sempre validi, la Chiesa cerca anche di intraprendere metodi nuovi, curando anche nuovi linguaggi appropriati alle differenti culture del mondo: «In varie parti del mondo – ha concluso il Papa – la Chiesa ha già intrapreso tale cammino di creatività pastorale».

About Davide De Amicis (2421 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website