Ultime notizie

Ognissanti e defunti tra lumini e crisantemi

Si sono confermate due solennità molto sentite dai fedeli quella di Ognissanti e dei defunti, celebrate in preghiera senza rinunciare a fiori e lumini

Fedeli al cimitero dei Colli

Clima favorevole, cimiteri curati e in ordine, nessun rincaro nei prezzi di fiori e lumini e viabilità regolare. È questo il bilancio più che favorevole, sia dal punto di vista degli utenti che degli operatori commerciali e delle amministrazioni comunali, nei giorni in cui i pescaresi hanno onorato la memoria dei defunti e di Ognissanti ieri e giovedì.

Al cimitero di Colle Madonna, a Pescara Colli, infatti l’afflusso di cittadini è stato continuo e composto in questa due giorni, favorito dai sensi unici imposti sulle strade d’accesso, mare-monti in via Colle di Mezzo e monti-mare in strada Tiberi, con gli utenti che si sono potuti serenamente concentrare sulla ricorrenza: «Questa festa – ha spiegato la signora Rita Di Biagio – è un modo per entrare in comunione con i miei cari».

Un'utente all'acquisto di fiori

E a confermare la buon affluenza al cimitero dei colli sono stati i commercianti, meno toccati dalla crisi quest’anno: «Rispetto all’anno scorso è andata meglio – ha riflettuto Luciano Albertinelli, fioraio – e grazie all’assenza di venditori ambulanti, riusciremo a guadagnare un 10-15% in più arrivando ad incassare, a fine settimana, anche 3 mila o 4 mila euro». Consistente dunque la vendita di fiori, tra i quali il crisantemo è sempre il più scelto al prezzo medio di un euro e cinquanta centesimi, e di lumini, disponibili di varia grandezza a partire dai 70 centesimi fino ad arrivare ad un massimo di 2 euro e cinquanta centesimi.

Mons. Tommaso Valentinetti celebra a Colle Madonna

La concentrazione dei fedeli, inoltre, è stata massima alle ore 15:30 di giovedì, quando l’arcivescovo di Pescara monsignor Tommaso Valentinetti ha celebrato la Santa Messa, dalla cappella del cimitero, in memoria di tutti i defunti della diocesi. Anche spostandosi al cimitero di San Silvestro, in seguito, l’atmosfera era sempre la stessa con il lento e costante incedere di fedeli in raccoglimento verso i cancelli: «Questa visita – ha sottolineato Giampiero Gaspari – rappresenta il minimo di quello che si può fare per onorare chi è stato fra noi e ci ha voluto bene e ora non c’è più».

Il cimitero di San Silvestro

Anche a San Silvestro, poi, è stata apprezzata la pulizia del cimitero: «Questo di San Silvestro – ha raccontato Cetteo Marchesi – è un cimitero molto ordinato e curato». Un aspetto, quello della manutenzione, su cui l’amministrazione comunale pescarese ha molto puntato: «Abbiamo inviato una nota alla Fidia – ha anche ricordato l’assessore Berardino Fiorilli –, che gestisce i due camposanti cittadini, affinché venissero potenziati i servizi di pulizia ordinaria dei due cimiteri per garantire agli utenti la loro piena fruibilità nei giorni di massima affluenza».

Anche qui, tutto sommato, la crisi si è sentita meno: «L’attività – ha confermato Antonio Toto, fioraio a San Silvestro – va lentamente migliorando, riuscendo ad incassare fino al 10% in più dello scorso anno». Anche a Montesilvano, infine, la partecipazione della cittadinanza è stata nutrita, ma la crisi si è sentita di più:«Guadagneremo la metà – ha lamentato la fioraia Anna Pizii – rispetto al 2011».

About Davide De Amicis (2488 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website