Ultime notizie

L’8×1000 “investe” in comunione

San Giovanni e San Benedetto, un segno tangibile di sostegno alla “comunità”

A Pescara il segno più tangibile e concreto lasciato dai fondi dell’otto per mille alla Chiesa Cattolica è una nuova parrocchia, quella dedicata a san Giovanni Battista e san Benedetto Abate inaugurata lo scorso 22 gennaio 2011 nell’affollato quartiere Colli, per la gioia di oltre diecimila fedeli che da decenni aspettavano e desideravano una vera chiesa per riunirsi insieme nel nome del Signore.

Un sogno divenuto realtà grazie alla Conferenza episcopale italiana che, attraverso l’otto per mille, ha valutato il progetto della nuova chiesa per 3 milioni di euro finanziandone il 75%: «Senza l’otto per mille – ha esordito don Massimo Di Lullo, parroco in solido insieme a don Michele D’Andrea non ce l’avremmo mai fatta. Noi da soli, pur non potendo celebrare matrimoni e funerali e grazie ai fedeli, eravamo riusciti a mettere da parte circa 300 mila euro poi divenuti 500 mila dopo varie raccolte fondi, mentre altre 500 li abbiamo avuti indebitandoci con le banche. Ma senza i fondi dell’otto per mille non saremmo mai riusciti a finanziare l’intera opera ed io lo ricordo sempre ai parrocchiani».

Sì perché la nuova parrocchia, situata in strada Pandolfi, sorge nel bel mezzo di un “quartiere dormitorio” sviluppatosi in seguito al boom edilizio degli anni ’70 e nasce dalla fusione di due piccole comunità parrocchiali: «La parrocchia di San Benedetto – ha spiegato don Massimo – prima si riuniva al primo piano di una palazzina, al di sopra di un supermercato, e quella di San Giovanni Battista, invece, nel seminterrato di una scuola materna». Tutto questo fino al 2004, quando l’allora parroco don Michele D’Andrea riuscì a riunire le due comunità in unica parrocchia, ospitata in un locale commerciale nel retro di un ufficio postale.

Poi nel 2006 è giunto il nuovo parroco in solido, don Massimo Di Lullo e con lui l’iter per la progettazione e la realizzazione del luogo di culto ha ricevuto un impulso decisivo: «Per i residenti del quartiere – ha concluso il parroco in solido di San Giovanni Battista e San Benedetto Abate – la parrocchia e l’unico centro di aggregazione in un’area in cui mancano i servizi principali e così, grazie ai nuovi locali parrocchiali, possiamo concedere il nostro salone per lo svolgimento di feste di compleanno, organizzare un oratorio, svolgere laboratori teatrali e ospitare addirittura una scuola calcio. Per realizzare tutto questo avevamo bisogno di una chiesa grande, moderna e, attraverso l’insostituibile contributo dell’otto per mille, ora finalmente ci contiene tutti».

About Davide De Amicis (2421 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website