Ultime notizie

Una vita da vivere con e per gli altri

Sono stati 171 i premiati del concorso “Gli altri e noi”, promosso dall’associazione “Domenico Allegrino” per celebrare le relazioni umane

È stato il tema delle relazioni umane il filo conduttore dell’ottava edizione del concorso di fotografia , disegno, poesia  e pensiero libero “Gli altri e noi”, promosso ed organizzato dall’associazione “Domenico Allegrino”, che ieri pomeriggio, presso un auditorium Flaiano gremito di pubblico, ha premiato 171 vincitori pubblicando il loro elaborato sul calendario ufficiale dell’evento.

Antonella Allegrino con Valeria Pellicciaro e Rossella Pietranico

Tra l’altro, come nelle edizioni passate, la manifestazione ha fatto registrare l’adesione di oltre mille partecipanti, fra i quali molti adulti e gli scolari di 19 scuole provenienti dalla provincia di Pescara e non solo, ovvero l’asilo nido “Il nido della gioia, l’arca di Francesca” onlus di Casalincontrada, la scuola primaria dell’Istituto comprensivo di Navelli, le scuole secondarie di primo grado di Popoli e Bussi sul Tirino, la scuola primaria “Fagnani” di Santa Teresa di Spoltore e gli Istituti comprensivi di Pescara: «Il tema di quest’anno – ha spiegato Antonella Allegrino, presidente dell’associazione “Allegrino” – appartiene a tutti avendo voluto riflettere sul dono di non essere soli, comprendendo così di poter raggiungere la felicità solo se con noi ci sono altri a cui dedicarsi, con i quali intessere delle relazioni».

E così nelle piccole opere d’arte disegnate, fotografate o scritte da grandi e piccini, trionfa il valore della solidarietà che nel quotidiano può concretizzarsi in una stretta di mano o in un abbraccio, come quello che i clown di corsia dell’associazione “Willclown”, ospiti della manifestazione insieme ad altri esemplari protagonisti della società civile, dedicano ai pazienti del reparto di Ematologia pediatrica dell’Ospedale Civile di Pescara: «Nel 2006 siamo partiti in cinque – ha raccontato Valeria Pellicciaro, coordinatrice di “Wilclown”, insieme al presidente Rossella Pietranico – ed ora siamo in settanta, tutti impegnati ad instaurare un contatto con i pazienti ascoltandoli, accarezzandoli e, se necessario, piangendo con loro condividendone il dolore e camminando loro accanto».

L'incontro con Luca Donzelli e Clara Venditti

Lo straordinario supporto dei clown di corsia, ha quindi lasciato il palco al racconto del grande spirito di accoglienza mostrato da Luca Donzelli e Clara Venditti, una coppia che oltre ai propri tre figli ne ha adottati altri due divenendo una famiglia numerosa, sperimentando anche la prassi della presa in affidamento temporaneo di altri bambini, così da aiutare altre famiglie in difficoltà a stabilizzarsi meglio per poi riabbracciare nuovamente i propri piccoli: «Quello che noi siamo riusciti a fare, senza neanche tante difficoltà economiche – ha riflettuto Clara Venditti – l’abbiamo fatto per mettere in circolo l’amore che viene dal Signore». Sono state, poi, le apprezzate performance musicali del sacerdote-cantautore molisano don Elio Benedetto ad arricchire la kermesse.

About Davide De Amicis (2726 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website