Ultime notizie

Una primula per difendere la vita

Anche i pescaresi, ieri, hanno celebrato la trentacinquesima Giornata nazionale per la Vita, organizzata dal Movimento per la Vita

don Francesco Santuccione, abate di San Cetteo

«Vogliamo essere difensori della vita ad oltranza, preghiamo molto perché prendiamo coscienza di questo dono immenso e aiutiamo i politici a fare provvedimenti a favore della vita e della famiglia perché la politica, quella vera, deve pensare al bene della comunità a partire dagli ultimi e dai deboli».

Con questo appello deciso don Francesco Santuccione, abate della Cattedrale di San Cetteo, ieri mattina, nel corso della Santa Messa, ha reso omaggio alla trantacinquesima Giornata nazionale per la Vita, organizzata dal Movimento per la Vita e celebrata anche a Pescara sullo sfondo del tema “Generare la vita vince la crisi”: «Questo slogan stupendo – ha spiegato Patrizia Ciaburro, responsabile del Movimento per la Vita Abruzzo –, che ben rappresenta la realtà che stiamo vivendo, vuole dire accogliere la gravidanza anche nel momento della difficoltà e, proprio per questo, noi abbiamo degli strumenti che possono aiutare una madre in difficoltà».

Patrizia Ciaburro, Movimento per la Vita Abruzzo

Strumenti come la Casa famiglia “mamma Emilia” di via Monte Petroso, in grado di ospitare fino a 18 mamme prima e in seguito alla gravidanza, se la criticità emerge dal punto di vista abitativo, altrimenti è attivo anche il progetto “Gemma” con il quale il movimento adotta una madre per 18 mesi fornendole un contributo minimo mensile di 160 euro, se la carenza è economica.

È dunque attivissima la sezione pescarese del movimento laicale che, in Italia e nel mondo, lotta per il riconoscimento della vita dal suo concepimento fino alla morte naturale: «Dopo 35 anni di battaglie – ha ricordato la responsabile abruzzese del Movimento per la Vita – una sentenza della Corte di Giustizia europea ha riconosciuto che il concepito è il principio dello sviluppo della persona. Ora, stiamo mandando avanti una raccolta firme in sette Paesi dell’Unione Europea, affinché questa sentenza possa essere convertita in legge dall’Europarlamento».

La benedizione delle madri e dei loro figli

E proprio per sostenere questo e tanti altri progetti condotti dal Movimento per la Vita migliaia di pescaresi, per l’intera giornata di ieri, hanno contribuito acquistando una primula solidale. Ma il momento culminante della Giornata per la Vita pescarese, è stato quello della benedizione delle neo mamme impartita, dallo stesso don Francesco Santuccione, nel corso della liturgia eucaristica delle ore 11:30: «Dare la vita – ha concluso Brunella, madre della piccola Cecilia, al termine della messa – è un’esperienza unica perché i figli sono la cosa più bella, la più importante che possa capitare. Si tratta di un’esperienza che consiglio a tutti di vivere, senza aver paura delle difficoltà, perché la vita la dà il Signore che ci aiuta».

About Davide De Amicis (2747 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website