Ultime notizie

Francesco: “Un papa al femminile capace di empatia”

E’ questa l’opinione della scrittrice Susanna Tamaro, a riguardo di Papa Francesco, impressa sul suo nuovo libro “Via Crucis. Meditazioni e preghiere”

«Un Papa “molto femminile”, in quanto capace di vera empatia. Basta vedere cosa è successo fin dalla sua prima apparizione come le persone, anche i mangiapreti, dicano: “Sento che dice cose semplici, cose normali”. È questo il ritratto di Papa Francesco tratteggiato dalla scrittrice Susanna Tamaro che nel suo ultimo libro, intitolato “Via Crucis. Meditazioni e preghiere”, scritto su richiesta del vescovo di Trieste e ora disponibile come e-book in attesa di essere pubblicato dalla Bompiani, rivela sorprendenti consonanze con il pensiero di Papa Francesco sulla “questione femminile”: «È la verità della persona che apre i cuori – ha spiegato la Tamaro, prendendo spunto dall’elogio delle donne tessuto mercoledì da Papa Francesco durante l’udienza generale -. Il Papa è molto femminile perché capace di empatia: non ha sovrastrutture, è capace di essere quello che è. È la testimonianza di una persona totalmente vera, quella che converte: altrimenti, le parole da sole non servono a niente. Una delle cose che ha fatto più male alla Chiesa è la quantità smodata di chiacchiere».

La scrittrice Susanna Tamaro

Infatti, secondo la scrittrice, le donne hanno una capacità di comprendere e di credere totalmente diversa dagli uomini e lo ha dimostrato raccontando un episodio risalente ad alcuni anni fa, quando a Trieste il vescovo aveva invitato ad una celebrazione tutte le comunità religiose presenti, anche quella anglicana, e tra la sorpresa generale ha fatto tenere l’omelia ad una pastora. Dopo averla ascoltata, il presule disse: «Ho capito che il Vangelo letto e raccontato dalle donne è totalmente diverso, perché le donne vedono cose che noi uomini non riusciamo neanche a intravedere».

Per la Tamaro, tutto questo può essere rappresentato nella “via dell’amore” come antidoto alla “via del potere”: «Perché è ancora così difficile – si interroga l’autrice -, nel terzo millennio, far percepire alla società che il “potere” al femminile si declina come servizio? La nostra è una società dominata dall’idolatria del potere: il potere, i soldi, la capacità d’influire sulle persone, di scavalcare gli altri. Il messaggio che il vero potere è il servizio non passa perché non c’è più l’idea che l’essere umano è fatto per la relazione con l’altro. Siamo tutti delle monadi che arraffano, l’altro serve per qualcosa, non esiste in quanto altro che illumina se stesso per il mio cammino. Gli altri sono gradini di una scala per permetterci di andare più avanti».

About Davide De Amicis (2506 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website

1 Comment on Francesco: “Un papa al femminile capace di empatia”

  1. Oggi mentre leggevo l’ articolo mi sono ricordata di mio padre.
    Me lo ha fatto pensare questa domanda che si pone la Tamaro, «Perché è ancora così difficile, nel terzo millennio, far percepire alla società che il “potere” al femminile si declina come servizio?».

    Papà, ogni volta che parlava del suo lavoro, per raccordare gli orari della famiglia ( era ferroviere), diceva:
    « Vado in servizio, sono in servizio o smonto dal servizio».
    Non l’ho mai sentito dire che andava a lavorare.
    Papa Francesco e mio padre e tutti gli uomini, maschi e femmine, fatti a Sua immagine e somiglianza, sono progettati per pensare e vivere così…

I commenti sono bloccati.