Ultime notizie

Un premio alle scuole ecosostenibili

E’ quello consegnato ieri dall’Enel alle scuole abruzzesi di ogni ordine e grado, premiate per aver ideato progetti legati al tema della sostenibilità ambientale

Franco Gizzi, responsabile relazioni esterne Enel

Erano oltre 150 gli studenti delle scuole abruzzesi di ogni ordine e grado, che ieri si sono ritrovati all’Ecovillage Aurum di Pescara per celebrare una mattinata di festa che li ha visti premiati da Enel Playenergy, il concorso che l’azienda energetica dedica alle scuole facendo confrontare gli alunni sulle tematiche ambientali: «Anche quest’anno – spiega Franco Gizzi, responsabile delle relazioni esterne Enel per l’Italia centrale – i ragazzi abruzzesi hanno aderito con entusiasmo, con la partecipazione di oltre 100 scuole e 2mila studenti. Siamo soddisfatti per i risultati di questa iniziativa, che si pone l’obiettivo di diffondere tra i giovani una cultura energetica responsabile».

Gli alunni della scuola primaria "Rodari"

Il premio, un kit di cancelleria consegnato dal vice presidente della Regione Abruzzo Alfredo Castiglione e dall’assessore alle Politiche Energetiche della Provincia di Pescara Angelo D’Ottavio, per la scuola primaria è stato attribuito alle classi 3A E 3B della Scuola Gianni Rodari di Cappelle sul Tavo, guidate dall’insegnante Carolina Pierfelice, per il progetto “Consumo critico” nel quale gli alunni, simulando un telegiornale, raccontano l’educazione al consumo critico e sostenibile. Per la scuola secondaria di primo grado, invece, il premio è stato conferito alle classi 3A e 3B della Scuola Mario dei Fiori di Penne, guidate dalla docente Rosa Rutigliano, per il progetto “Stand by me” consistito nella realizzazione di un video documentario sul consumo degli stand by in Italia, in particolare quelli relativi all’uso del televisore.

Gli studenti dell'Istituto "Il Nazareno" di Teramo

Per la scuola secondaria di secondo grado, infine, ha vinto il progetto “Bike Ca$h”, della classe quinta dell’Istituto tecnico industriale Il Nazareno di Teramo guidata dal professor Bruno Osmi, con la produzione di energia collegando un generatore ad una bicicletta, contabilizzando l’energia prodotta con una smart card e ricevendo denaro per l’energia messa in rete. Durante la kermesse, tra l’altro, è stato proiettato un video che vede il cabarettista Vincenzo Olivieri trasformarsi in “Elia lo scienziato dell’energia” e dispensare consigli sul risparmio energetico: «Il tema della sostenibilità – conclude il vice presidente della Regione Abruzzo, Alfredo Castiglionerichiede un cambio di mentalità da parte delle giovani generazioni, che devono guardare avanti utilizzando al meglio l’economia della conoscenza, investendo su ricerca e innovazione».

About Davide De Amicis (2466 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website