Ultime notizie

“Amare Dio e il prossimo evitando idolatria ed ipocrisia”

Lo ha ricordato Papa Francesco ai cristiani, stamani, presiedendo la Santa Messa dalla Cappella di Santa Marta in Vaticano

Papa Francesco

«Tutti noi abbiamo dentro qualche idolo nascosto». Ne è convinto Papa Francesco che, nell’omelia della messa a Santa Marta stamani, ha stigmatizzato due vizi da cui rischia di essere affetto il cristiano: l’idolatria e l’ipocrisia: «Possiamo domandarci – si interroga il Santo Padre – davanti a Dio: qual è il mio idolo nascosto? Quello che occupa il posto del Signore! Gli idolatri – ricorda usando le parole di San Paolo -, sono le persone che pur avendo conosciuto Dio, non lo hanno glorificato né ringraziato come Dio, preferendo adorare delle creature anziché il Creatore.

La Santa Messa celebrata nella cappella Santa Marta

È un’idolatria, che arriva a soffocare le verità della fede, nella quale si rivela la giustizia di Dio: ma siccome tutti noi abbiamo bisogno di adorare, perché abbiamo l’impronta di Dio dentro di noi, quando non adoriamo Dio, adoriamo le creature. Questo è il passaggio dalla fede all‘idolatria, cioè dall’adorazione di Dio all’egoismo del proprio pensiero, il pensiero onnipotente, quello che io penso è vero: io penso la verità, io faccio la verità col mio pensiero. Anche oggi, ci sono tanti idoli e anche oggi ci sono tanti idolatri, tanti che si credono sapienti».

Una critica, quest’ultima, che il Papa fa ai cristiani: «Ma anche fra noi, fra i cristiani – sottolinea – il Papa, ci sono quelli che si credono sapienti e invece hanno scambiato Dio con il proprio io, le mie idee, la mia comodità. Gesù consiglia: non guardare le apparenze, andare proprio alla verità – ricorda Papa Francesco -: il piatto è piatto, ma quello che è più importante è quello che è dentro il piatto: il pasto. Ma se tu sei vanitoso, se tu sei un carrierista, se tu sei un ambizioso, se tu sei una persona che sempre si vanta di se stesso o cui piace vantarsi, perché ti credi perfetto, fa‘ un po’ di elemosina e quello guarirà la tua ipocrisia. Ecco la strada del Signore: adorare Dio, amare Dio, sopra di tutto e amare il prossimo. È tanto semplice, ma tanto difficile!».

About Davide De Amicis (2488 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website