Ultime notizie

Europa: un ragazzo su due online con lo smartphone

E’ il risultato del progetto di ricerca europeo “Net children go mobile” che anche in Italia, vede il 42% dei ragazzi connettersi con lo smartophone. Dilagano anche i social network

Il 53% dei ragazzi di 9-16 anni possiede uno Smartphone e il 48% lo usa quotidianamente per andare online. Sono questi i dati emersi dal primo report, presentato ieri, del progetto di ricerca europeo “Net children go mobile” finanziato dal “Safer Internet Programme” della Commissione europea.

Giovanna Mascheroni, coorinatrice della ricerca

I risultati, dunque, sono la conseguenza di un questionario, auto-compilato per le domande sensibili, somministrato a 2 mila ragazzi utenti di Internet tra i 9 ed i 16 anni e ai loro genitori in Danimarca, Italia, Regno Unito e Romania: «In Italia – spiega Giovanna Mascheroni, ricercatrice OssCom dell’Università Cattolica di Milano e coordinatrice di Net Children Go Mobile – il 42% dei ragazzi che usano Internet accede alla Rete quotidianamente dallo Smartphone o da un cellulare abilitato. Solo il 7% dei ragazzi italiani ha un cellulare che non permette la connessione a Internet».

L’indagine, inoltre, mostra anche il consolidamento di una tendenza già in atto come la privatizzazione dell’accesso e dell’uso di Internet: «Gli Smartphone – continua la ricercatrice – creano così nuovi spazi privati anche all’interno del contesto domestico, che resta il principale luogo di accesso alla Rete». Dal report di “Net children go mobile” emerge anche il profilo sempre più social dei ragazzi intervistati: i dati, infatti, evidenziano un incremento dell’uso dei social network e delle altre piattaforme di condivisione mediale, come Youtube ed Instagram.

Un giovanissimo online con un tablet

In Italia, però, nonostante il 64% dei ragazzi intervistati abbia un profilo su un sito di social network, il dato si mantiene comunque al di sotto della media dei quattro Paesi, che si assesta al 70%: «Questa differenza – precisano i ricercatori – si spiega con una più bassa percentuale di underage use, vale a dire di ragazzi che creano un profilo su un sito di Social Network quando non hanno ancora raggiunto il limite di età per registrarsi: infatti, nel nostro Paese solo il 15% dei bambini di 9-10 anni e il 52% dei ragazzi di 11-12 anni ha già un profilo sui siti di Social Network, segno che le regole dei genitori vengono rispettate».

Fra gli adolescenti, invece, l’uso dei social network è superiore a quello dei coetanei inglesi e romeni, e di poco inferiore a quello dei ragazzi danesi. Ha un profilo il 90% dei ragazzi italiani di 13-14 anni ed il 93% dei 15-16enni. E più precisamente, il 96% dei giovani italiani che usano i social network indica in Facebook la piattaforma preferita e più usata.

About Davide De Amicis (2489 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website