Ultime notizie

Spedite le letterine per Babbo Natale

E’ accaduto ieri nell’ufficio postale di Pescara centro, nel quale gli alunni dell’Istituto comprensivo 4 hanno incontrato i suoi postini per imbucare la letterina

Quest’anno Babbo Natale, evidentemente impegnatissimo nella consegna dei regali, ha inviato i suoi postini presso l’ufficio postale di Pescara centro che ieri hanno fatto da tramite ricevendo le tante letterine scritte, per questa edizione, dai 52 alunni delle classi prime dell’Istituto comprensivo Pescara 4 di via Milano, in occasione del tradizionale appuntamento natalizio riservato loro da Poste Italiane.

Anna Maria Di Cenzo, responsabile commerciale Poste Pescara

Letterine, queste ultime, indirizzate a Babbo Natale, alla Befana, a Gesù bambino e a tantissime altre destinazioni che verranno prelevate dai postini di Babbo Natale, per poi leggerle e scrivere una risposta personalizzata, abbinata ad un simpatico gadget, da rispedire a ciascuno di loro: «Tutte le lettere – precisa Anna Maria Di Cenzo, responsabile commerciale della Filiale pescarese di Poste Italiane – imbustate nelle cassette di impostazione cittadine, oltre che in quella presente nell’ufficio di Pescara centro, anche senza affrancatura, riceveranno risposta ed un regalino. Così Poste vuole confermare la sua vicinanza al fianco dei piccoli clienti che stanno crescendo, volendo soddisfare i loro bisogni a 360 gradi».

Alcuni alunni, si preparano ad imbucare la letterina

Tornando alle letterine, gli alunni le hanno scritte solo dopo aver svolto un percorso di approfondimento, coordinato dalle insegnanti Paola Olivieri, Marina Lamperini, Magda Barletta, Stefania Labbate nonché dal dirigente scolastico Roberta Dalla Ragione, su come viene vissuto il Natale dai loro coetanei nel mondo: «I ragazzi – spiega la maestra Magda Barlettahanno compreso che non tutti vivono la loro realtà: abbiamo visto più documentari e discusso, ma poi ognuno ha scritto liberamente la propria lettera».

E ascoltando il testo di una di queste lettere, sembra proprio che il messaggio sia passato: «Caro Babbo Natale – scrive la piccola Virginia vorrei per me “Sugar”, per i bambini poveri puoi portare dei vestiti nuovi, una bicicletta e la “Wi” (un videogame). Puoi portare le medicine e 40 polli ed una vita migliore per tutti i bambini poveri. Tanti saluti, tanti baci e grazie». Richieste importanti che, si spera Babbo Natale, possa soddisfare al meglio per allietare anche il Natale dei bimbi più sfortunati. Ma intanto, già sabato mattina gli speciali postini torneranno nelle aule dell’Istituto comprensivo di via Milano, per consegnare agli alunni la risposta di Babbo Natale: «Intanto – conclude Anna Maria Di Cenzo – la Filiale pescarese di Poste ha donato loro un bel calendario a forma di segnalibro».

About Davide De Amicis (2654 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website