Ultime notizie

“La famiglia è il fondamento della coesione sociale”

Lo ha affermato venerdì il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana, presiedendo la Via Crucis nella sua arcidiocesi di Genova

Card. Angelo Bagnasco, presidente della Cei

«La famiglia è il primo luogo di relazione, è scuola e palestra principale. Ma il tesoro della famiglia è insidiato da una mentalità individualista che spinge a disgregare i rapporti, a rendere i legami deboli e incerti». Lo ha affermato venerdì il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, nella riflessione pronunciata ieri sera al termine della Via Crucis diocesana che si è svolta nel capoluogo ligure: «Se la famiglia si sfalda – osserva il cardinale – è l‘uomo che si smarrisce, la sua umanità, e la società perde il suo fondamento, la sua stabilità, la sua coesione. Infatti, non sono le leggi che fanno la coesione sociale. Le leggi ci vogliono, ma non sono assolutamente sufficienti. La coesione sociale deriva dalla famiglia, da questi microcosmi di relazioni buone, virtuose dove si impara a stare insieme ad avere fiducia gli uni gli altri, a perdonarsi, a ricominciare, a portare gli uni i pesi altrui, a condividere. Qui sta la stabilità sociale».

In precedenza il cardinale aveva affermato che “il Figlio di Dio ha dato la vita per noi, perché vivessimo come figli di Dio e come fratelli tra di noi: «Oscurare la paternità di Dio – conclude il presidente della Conferenza episcopale italiana – è soffocare la fraternità alla radice, è proclamare che l‘’uomo è orfano e solo. Non possiamo vivere senza essere fratelli, ma per essere fratelli è necessaria una paternità. Cristo è il Salvatore del mondo. Non è venuto a guarirci dai mali della vita, malattie, sofferenze fisiche e psichiche, morte corporale, ma è venuto per guarirci dal male del peccato che è la lontananza da Dio. Infatti, non si può vivere lontani dall’amore. Si diventa aridi. Non si può vivere lontani dalla sorgente della vita. Si diventa spenti. Non si può vivere lontani dalla comunione. Si vive lacerati: in famiglia, nel lavoro, nella società».

About Davide De Amicis (2654 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website