Ultime notizie

Il volontariato cresce, nonostante la crisi

Lo ha stabilito un’indagine, redatta da Centro nazionale per il volontariato e dalla Fondazione volontariato e partecipazione, condotta nei primi mesi del 2014

Edoardo Patriarca, presidente Cnv

Emergono dati positivi dalla rilevazione del Centro nazionale per il volontariato (Cnv) e della Fondazione volontariato e partecipazione (Fvp) sulle organizzazioni di volontariato (Odv). La ricerca, condotta nei primi mesi del 2014 su un campione di 1900 presidenti di Odv, verrà presentata al Festival del volontariato che si apre quest’oggi a Lucca.

Dall’indagine, secondo una nota del Cnv, si evidenzia un quadro in cui il volontariato italiano riesce ancora non solo a reggere i colpi della crisi, ma anche a crescere. Fra le maggiori problematiche riscontrate, emergono i ritardi dei pagamenti da parte della pubblica amministrazione e la difficoltà del volontariato nel collaborare con gli altri soggetti del terzo settore: «Sono dati positivi – commenta Edoardo Patriarca, presidente del Centro nazionale per il volontariato – che forniscono spunti di riflessione e di azione a tutto il volontariato. Da una parte osserviamo che si rafforza l‘autonomia di questo mondo dal settore pubblico, in un‘ottica sussidiaria sempre più matura. Dall‘altra si comprende come il volontariato abbia ormai già reagito in maniera decisa alla crisi, cercando nuove risorse, economiche e umane, per portare avanti la sua imprescindibile opera di solidarietà».

Alessandro Bianchini, presidente Fvp

Insomma, sembra proprio che i principi ispiratori del volontariato facciano parte del Dna della società italiana: «Questi dati – aggiunge Alessandro Bianchini, presidente della Fondazione volontariato e partecipazione – dimostrano che il volontariato italiano è un fenomeno maturo e consolidato, una colonna portante del nostro sistema democratico».

Tra l’altro, lo stato di salute economica delle Organizzazioni di volontariato, come riportato dall’anticipazione del Cnv – nel 2013 era buono. Infatti, più della metà dei presidenti intervistati, il 56,6%, ritiene stabile o equilibrata la situazione economica-patrimoniale della propria Odv. Esistono però settori e aree che soffrono più di altri. La rilevazione Cnv-Fvp, inoltre, conferma anche per il 2013 le difficoltà economiche già registrate nel 2011 con riferimento alle organizzazioni di volontariato del settore della Protezione civile e, in misura minore, a quelle delle regioni dell’Italia centrale. Diversamente dal 2011, nel 2013 si registrano stati di sofferenza anche per le Odv del settore dei beni culturali e del volontariato internazionale.

Nel settore della Protezione civile, infine, pressoché tutte le organizzazioni di volontariato in posizione creditoria (circa una su cinque) hanno difficoltà di pagamento da parte della Pubblica amministrazione. La base di soci e volontari, comunque, risulta consolidata o in espansione in pressoché tutti i settori e tutte le regioni con una presenza significativa dei giovani, ovvero il 25,3% dei volontari ha meno di 35 anni. Dall’indagine risulta anche confermata la propensione ad operare su scala locale. Ristretta, invece, la percentuale delle organizzazioni che hanno una collaborazione significativa con altri soggetti non-profit.

About Davide De Amicis (2704 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website