Ultime notizie

Erasmus+: formare i giovani investendo sull’Europa

Con un budget di 14,7 miliardi di euro, il progetto sarà rivolto ad universitari, giovani che intendono svolgere formazione professionale, oltre che ad insegnanti e volontari

«Investire nell’educazione e nella formazione è la scelta migliore che possiamo fare per l’avvenire dell’Europa e della sua gioventù. L’esperienza internazionale che si acquisisce con Erasmus+ stimolerà le competenze e le opportunità di impiego. Il nuovo programma Ue permetterà inoltre di finanziare azioni volte a migliorare la qualità dell’insegnamento e della formazione a tutti i livelli».

Androulla Vassiliou, Commissario europeo all'Istruzione

Lo ha affermato ieri a Berlino Androulla Vassiliou, commissario europeo per l’educazione e la cultura, presentando il nuovo programma comunitario Erasmus+, che fornirà occasioni di formazione all’estero ai giovani dei 28 Stati aderenti. Dotato di un budget di 14,7 miliardi per 7 anni, fino al 2020, il programma è rivolto a studenti universitari, a giovani che intendono svolgere formazione professionale, ma anche agli insegnanti e a volontari che intendono svolgere un servizio oltre i confini nazionali.

Si calcola che Erasmus+ consentirà tali esperienze culturali e di crescita a circa 4 milioni di persone. Le informazioni sulle opportunità all’estero sono specificate nel portale www.europa.eu. Ad esempio sono preventivati 450 mila posti per stage riservati a studenti universitari, 650 mila assegni per svolgere periodi formativi o di lavoro all’estero, 800mila posti per insegnanti e 200 mila per master post-laurea, 500mila opportunità di volontariato in un altro Paese.

 

About Davide De Amicis (2555 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website