Ultime notizie

“Chiediamo perdono per le divisioni tra cristiani”

E’ stato questo l’invito rivolto stamani da Papa Francesco, in piazza San Pietro, presiedendo l’udienza generale del mercoledì davanti a 35 mila fedeli

«Lo scopo principale del viaggio in Terra Santa è stato commemorare il 50° anniversario dello storico incontro tra il Papa Paolo VI e il Patriarca Atenagora». Lo ha ricordato stamani Papa Francesco, presiedendo l’udienza generale del mercoledì in piazza San Pietro,  davanti a 35 mila fedeli: «Quel gesto profetico del Vescovo di Roma – spiega il Papa – e del Patriarca di Costantinopoli ha posto una pietra miliare nel cammino sofferto ma promettente dell’unità di tutti i cristiani, che da allora ha compiuto passi rilevanti – aggiunge, spiegando che il suo incontro con Sua Santità Bartolomeo,  definito amato fratello in Cristo, ha rappresentato il momento culminante della visita -. In quel luogo dove risuonò l’annuncio della Risurrezione, abbiamo avvertito tutta l’amarezza e la sofferenza delle divisioni che ancora esistono tra i discepoli di Cristo. E davvero questo fa tanto male, tanto male al cuore!».

I fedeli in piazza San Pietro

A questo punto, il Pontefice ha commentato a braccio: «Siamo divisi ancora! – esclama il Pontefice – In quel posto dove è risuonato l’annuncio della Risurrezione, dove Gesù ci dà la vita, noi siamo un po’ divisi. Ma in quella celebrazione di reciproca fraternità, abbiamo sentito forte la voce del Buon Pastore Risorto che vuole fare di tutte le sue pecore un solo gregge, abbiamo sentito il desiderio di sanare le ferite ancora aperte e proseguire con tenacia il cammino verso la piena comunione».

A questo punto, è giunto un nuovo appello per la pace in Terra Santa: «Una volta di più, come hanno fatto i Papi precedenti – esorta il Santo Padre, sempre parlando a braccio – chiediamo perdono per quello che abbiamo fatto per favorire queste divisioni e chiediamo allo Spirito Santo che ci aiuti a sanare le ferite che abbiamo fatto agli altri fedeli. Tutti siamo fratelli in Cristo, e con il Patriarca Bartolomeo siamo amici, fratelli. Abbiamo condiviso la voglia di camminare insieme, di fare tutto quello che è possibile fare: pregare insieme, lavorare insieme, cercare la pace, custodire il creato. Tante cose abbiamo in comune, e come fratelli dobbiamo andare avanti».

Anche perché, a detta del Papa, la pace si fa “artigianalmente”: «Bisogna incoraggiare – ribadisce Papa Bergoglio – in quella regione il cammino verso la pace, che è nello stesso tempo dono di Dio e impegno degli uomini. Non ci sono industrie di pace: la pace si fa ogni giorno, si fa artigianalmente e anche col cuore aperto perché venga il dono di Dio».

About Davide De Amicis (2488 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website