Ultime notizie

Lapedream a porte aperte

Testimonianze di persecuzioni e cena multietnica per la Giornata del Rifugiato

«Ho 22 anni. Mio padre era membro di una setta nota nel mio Paese per violenza e brutalità e per continuare a vivere sono fuggita». La testimonianza della ragazza che chiameremo Gloria e altre storie di persecuzioni saranno l’opportunità per ricordare la Giornata del Rifugiato che, oggi, venerdì 20 giugno, sarà celebrata in tutto il mondo. A Pescara sarà possibile confrontarsi con gli ospiti del centro di accoglienza LaPeDreAm, in via Stradonetto 50, che rimarrà “a porte aperte” dalle ore 19.30. I racconti saranno narrati attraverso le esperienze personali e attraverso una mostra fotografica e diventeranno possibilità di dialogo nella cena multietnica prevista a conclusione della serata.

«Gli interventi di accoglienza che realizziamo a Pescara – anticipa don Marco Pagniello, direttore della Caritas diocesana – sono finalizzati a facilitare i percorsi di inserimento socio-economico di richiedenti asilo e rifugiati». 15 i posti ordinari, più 6 straordinari per donne, con o senza figli, previsti dal progetto in sinergia con il Comune di Pescara. «Nell’ultimo anno, però – continua Pagniello – in collaborazione con Caritas Italiana e con il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, attivo in Italia dal 2001 abbiamo accolto anche donne vittime di tratta richiedenti/beneficiarie di protezione internazionale ed umanitaria».

Le necessità sul territorio vanno ben oltre i 21 posti. «La Caritas ha ospitato negli ultimi mesi – conclude il direttore della Caritas locale – nella Cittadella dell’accoglienza, in fase emergenziale, altre 30 persone arrivate nel sud Italia con i “barconi della speranza ».

 

About Simone Chiappetta (424 Articles)
Direttore responsabile del notiziario online "Laporzione.it" e responsabile dell'Ufficio per le Comunicazioni Sociali dell'Arcidiocesi di Pescara-Penne. Laureato in Scienze della Comunicazione sociale e specializzato in Giornalismo ed Editoria continua la ricerca nell'ambito delle comunicazioni sociali. Ha collaborato con quotidiani di cronaca locale e ha coordinato negli ultimi anni la pagina diocesana di Avvenire.
Contact: Website