Ultime notizie

Anche a Pescara verrà proiettato il film rivelazione “Terra di Maria”

"La pellicola vaglia e approfondisce le ragioni della fede cristiana attraverso un'appassionante indagine condotta dal regista Juan Manuel Cotelo"

Verrà proiettato dal 26 al 30 dicembre, presso l’Auditorium Giovanni Paolo II in via Cavour, il film che racconta il rapporto umano con la fede al giorno d’oggi

manifesto_maria - Copia

La locandina della proiezione

Verrà proiettato anche a Pescara, dal 26 al 30 dicembre prossimi presso l’auditorium Giovanni Paolo II in via Cavour (accanto alla chiesa Madonna del Rosario), il nuovo film rivelazione “Terra di Maria” diretto dal regista spagnolo Juan Manuel Cotelo, attualmente in programmazione in svariate sale cinematografiche di tutta Italia.

Il film, che in Italia è stato programmato al di fuori dei canali di distribuzione tradizionali, sarà dunque visibile anche dalla cittadinanza pescarese, grazie all’impegno profuso dal gruppo di amici Il Telaio il quale, per l’occasione, ha messo a disposizione anche il sito web www.iltelaio.org all’interno del quale è possibile consultare le date e gli orari di prevendita, potendo acquistare anche online il biglietto, mentre è possibile prenotare scrivendo un’e-mail a prenotazioni@iltelaio.orgMa parlando dei contenuti dell’opera, la pellicola vaglia e approfondisce le ragioni della fede cristiana attraverso un’appassionante indagine del regista anche del fortunato film “L’ultima cima“.

Cotelo, questa volta, racconta la conversione degli uomini e delle donne del nostro tempo: «Milioni di persone – si legge nella presentazione – continuano a parlare con Gesù Cristo, che chiamano Fratello. E con la Vergine Maria, che chiamano Madre. Credono che siamo tutti figli di Dio e quindi lo chiamano “Padre”. L’Avvocato del Diavolo riceve una nuova missione: interrogare, senza paura, chi confida ancora nelle ricette del Cielo. Sono dei truffatori? O dei truffati? Se scoprirà che le loro convinzioni sono false, continueremo come abbiamo fatto finora. Ma… se non fosse una favola?».

LA TRAMA

«Un uomo dei nostri tempi, educato a credere in Dio, nella Vergine, negli Angeli, nel CieloMa a questi livelli è difficile per lui accettare che esista qualcosa più in là di ciò che può vedere, toccare o capire. “Non credo che oggi ci siano miracoli. La mia relazione con Dio è culturale, intellettuale fa dire il regista al suo personaggio. Così come ha superato la credenza infantile sulle fate, gli gnomi e altri personaggi invisibiliforse è arrivato il momento di smontare la leggenda su Dio. Trasformato in Avvocato del Diavolo, inizia la sua indagine, viaggiando per il mondo alla ricerca di credenti che abbiano il coraggio di rispondere alle sue domande dirette e chiare. Tanto nette come le istruzioni ricevute dal suo capo: “Si infiltri tra loro, guadagni la loro fiducia e risolva i suoi stessi dubbi, senza aver paura della verità.La sua nuova missione: interrogare, senza paura, chi confida ancora nelle ricette del Cielo. Sono dei truffatori? O dei truffati? Se scoprirà che le loro convinzioni sono false, continueremo come abbiamo fatto finora. Ma… se non fosse una favola?»

CALENDARIO DEGLI SPETTACOLI

Prima assoluta: 26 dicembre 2014, ore 21.00

Sabato 27 dicembre: ore 17 – ore 21

Domenica 28 dicembre: ore 17 – ore 21

Lunedì 29 dicembre: ore 21

Martedì 30 dicembre: ore 21

 

About Davide De Amicis (3314 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa metropolitana di Pescara-Penne. Recentemente ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website