Ultime notizie

Il Natale unisce cattolici e musulmani alla mensa Caritas di Pescara

"La solitudine - spiega don Marco Pagniello, direttore della Caritas pescarese -, emerge proprio in festività come questa e noi abbiamo cercato di organizzare quante più attività proprio per farli sentire meno soli possibile"

Sarà un Natale dalla convivenza pacifica tra religioni, quello vissuto da poveri e richiedenti asilo presso la mensa Caritas pescarese sullo sfondo del pranzo cucinato dallo chef Stefano De Iuliis

La mensa Caritas, all'interno della Cittadella dell'accoglienza Giovanni Paolo II a Pescara
Erminio Di Filippo, responsabile della Cittadella dell'accoglienza

Erminio Di Filippo, responsabile della Cittadella dell’accoglienza

Sarà un Natale all’insegna dell’intercultura e della pacifica convivenza tra diverse religioni, specie tra cattolici e musulmani, quello che fin da questa sera e domani vivranno i 300 ospiti della mensa della Caritas diocesana ubicata all’interno della Cittadella dell’accoglienza Giovanni Paolo II, in via Alento a Pescara. Sono dunque aumentati gli ospiti stranieri della mensa, rispetto agli italiani: «Attualmente – spiega Erminio Di Filippo, responsabile della Cittadella dell’accoglienza Caritas – su una media di 150 utenti ospitati, il 60% è rappresentato da stranieriUn dato, quest’ultimo, dovuto alla forte presenza di richiedenti asilo i quali, dopo essere sbarcati in Sicilia, sono stati distribuiti in tutta Italia e anche qui a Pescara».

Sono dunque 80 gli stranieri, richiedenti asilo, ospiti delle strutture Caritas pescaresi perfettamente inseriti ed integrati con gli altri sfortunati ospiti della Cittadella: «Loro – conferma Di Filippo – vanno molto d’accordo con gli altri utenti, anzi ci stanno dando una mano nell’organizzazione degli eventi natalizi e, a dire il vero, ci aiutano tutti i giorni. È stato bellissimo, ad esempio, vedere come i musulmani ci hanno aiutato a predisporre gli addobbi natalizi spiegando che questa festa, anche se cattolica, è di tutti».

È questo il risvolto positivo del Natale comunque cupo vissuti dagli ultimi pescaresi, poveri e meno abbienti ridotti alla fame e senza fissa dimora da una crisi interminabile che taglia affetti e posti di lavoro: «In tantissimi – racconta il responsabile della Cittadella dell’accoglienza Caritas – sono stati licenziati, oppure hanno subito una limitazione delle ore di lavoro che non gli consente di arrivare alla fine del mese. Ma altrettanti sono anche gli uomini sposati, con figli, ora separati e rimasti senza casa con un mantenimento impossibile da pagare, per non parlare di diversi ex detenuti rifiutati dalle loro famiglie e abbandonati a loro stessi».

don Marco Pagniello, direttore Caritas Pescara-Penne

don Marco Pagniello, direttore Caritas Pescara-Penne

Per tutti loro, questa sera alle ore 23.45, il direttore della Caritas diocesana don Marco Pagniello celebrerà la Santa Messa nella cappella della Cittadella dell’accoglienza, seguita da un brindisi, prima della grande festa di domani che avrà inizio con un grande pranzo cucinato con amore dall’affermato chef Stefano De Iuliis, con la collaborazione di 25 volontari. Nello specifico, il ricco menù prevede un inizio con assaggi natalizi e crostini dello chef, seguiti da verdure al fagotto, un primo di lasagne al tartufo e tacconelli natalizi, mentre per secondo ci sarà il maiale in salsa di finocchio e mandorle con contorno di verdure.

Per i musulmani, invece, il maiale verrà sostituito dal vitello. Infine torta, panettone, oltre a tombolate, musica ed allegria per scacciare in compagnia, italiani e stranieri, musulmani e cattolici, il male più grande: «La solitudine – conclude don Marco Pagniello, direttore della Caritas pescarese -, purtroppo, emerge proprio in festività come questa, nella quale è forte il richiamo della famiglia, e noi abbiamo cercato di organizzare quante più attività proprio per farli sentire meno soli possibile».

About Davide De Amicis (3262 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website