Ultime notizie

“I fanatici dell’Isis devono sentirsi isolati dal mondo intero”

"La via della diplomazia - osserva il cardinal Bagnasco - deve essere perseguita molto di più perché non è vero che la via diplomatica è inutile e non porta a conclusione. Se le cancellerie di tutto il mondo interrompessero i rapporti di interesse e di affari con determinate parti del mondo che riguardano questi fanatismi, veramente l’isolamento sarebbe completo"

Lo ha affermato ieri il presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Angelo Bagnasco, commentando la persecuzione dei cristiani e la distruzione delle chiese

Cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana

«I fanatici dell’Isis devono sentirsi isolati, non solo da parte di qualche Paese o dell’Occidente, ma del mondo intero e questo non è ancora accaduto».

Lo ha affermato ieri il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza episcopale italiana, commentando la persecuzione dei cristiani da parte dei terroristi dell’Isis e la distruzione di numerose chiese nelle città conquistate: «La via della diplomazia – spiega – deve essere perseguita molto di più, perché non è vero che la via diplomatica è inutile e non porta a conclusione. Se le cancellerie di tutto il mondo interrompessero i rapporti di interesse e di affari con determinate parti del mondo che riguardano questi fanatismi, veramente l’isolamento sarebbe completo».

Il cardinale ha poi ricordato che è un dato di fatto che i cristiani sono la parte religiosa maggiormente perseguitata a livello mondiale: «Spero – auspica il presidente della Cei – che questo fatto susciti una consapevolezza non soltanto di una parte del mondo, ma del mondo intero per poter isolare i fanatici con delle chiare, continue ed esplicite condanne».

In merito, poi, alla distruzione delle chiese in numerose parti del mondo a causa della follia iconoclasta e anticristiana, il porporato ha precisato che l’importante è non distruggere i cuori delle persone e la bellezza dell’anima: «Sono certo – afferma il cardinal Bagnasco – che i cristiani dei Paesi martoriati non si faranno distruggere dalla barbarie di chi li perseguita e di chi li uccide».

Certo il mondo, nel suo insieme, ha il dovere assoluto di assicurare giustizia e sicurezza a tutti: «Ma nel cuore dei cristiani c’è anche la possibilità del perdono, come alcuni martiri ci hanno dato testimonianza quando la carne ferita e straziata è la propria».

About Davide De Amicis (2509 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website