Ultime notizie

“I governanti siano più attenti ad assicurare a tutti il cibo necessario”

"Stiamo vivendo un tempo - sottolinea monsignor Valentinetti - in cui la crisi alimentare sta colpendo anche quei Paesi, che sembravano al riparo da queste necessità. Lo dimostra la richiesta sempre più pressante alle nostre Caritas diocesane e parrocchiali, da parte di famiglie che purtroppo non riescono ad arrivare alla fine del mese"

Lo ha affermato ieri l’arcivescovo di Pescara-Penne, monsignor Tommaso Valentinetti, presiedendo la messa in diretta Rai dalla Cattedrale di San Cetteo

L'arcivescovo Valentinetti pronuncia l'omelia davanti le telecamere Rai

«L’Expo in corso di svolgimento a Milano è dedicato al tema del cibo e alla possibilità che tutti, nel Pianeta, ne abbiano il necessario. L’augurio è coloro che governano le sorti del mondo siano sempre più attenti a conseguire questo obiettivo, che da tanto tempo è stato fissato e non è stato ancora raggiunto».

Monsignor Valentinetti, durante l‘omelia

Monsignor Valentinetti, durante l‘omelia

Lo ha affermato ieri mattina l’arcivescovo di Pescara-Penne monsignor Tommaso Valentinetti, pronunciando l’omelia della Santa messa tramessa in diretta su Raiuno dalla Cattedrale pescarese di San Cetteo, lasciandosi ispirare dal brano evangelico domenicale della moltiplicazione dei pani e dei pesci: «Fratelli carissimi – ricorda l’arcivescovo, rivolgendosi all’assemblea e ai telespettatori a casa – anche noi siamo chiamati a preoccuparci del pane materiale da dare a tanti fratelli che, nel mondo, non ce l’hanno. Sono circa un miliardo e 300 milioni gli uomini e le donne che non hanno da mangiare a sufficienza».

Una tematica, quella della povertà e della mancanza di cibo, che in questi anni sta colpendo duramente anche l’Italia: «Stiamo vivendo un tempo – sottolinea monsignor Valentinetti – in cui la crisi alimentare sta colpendo anche quei Paesi, che sembravano al riparo da queste necessità. Lo dimostra la richiesta sempre più pressante alle nostre Caritas diocesane e parrocchiali, da parte di famiglie che purtroppo non riescono ad arrivare alla fine del mese».

Numerose le autorità e i fedeli presenti in Cattedrale

Numerose le autorità e i fedeli presenti in Cattedrale

Una dinamica, questa, che sarebbe dovuta ad una distribuzione iniqua delle risorse alimentari nel mondo: «Dietro questo squilibrio – approfondisce il presule – si cela una distribuzione ingiusta del cibo, tra le società sempre più ricche e opulente e quelle che purtroppo pagano le scelte di un non adeguato processo sociale ed economico, a causa di ingiustizie e di sfruttamenti spericolati, di guerre palesi e occulte, che purtroppo continuano a moltiplicarsi in varie regioni del mondo».

Quindi, un ulteriore appello rivolto ai fedeli: «I cristiani – esorta l’arcivescovo Valentinetti – chiedano che queste ingiustizie abbiano fine. E si impegnino con i loro mezzi, sia pur ridotti e inadeguati come i cinque pani e i due pesci del miracolo oggi narrato, per testimoniare la loro volontà di costruire un mondo più giusto e fraterno».

Da sinistra l‘aiuto regista don Simone Chiappetta affiancato dal regista Gianni Epifani e dai due assistenti

L‘aiuto regista don Simone Chiappetta affiancato dal regista Gianni Epifani e dai due assistenti

Quindi la funzione liturgica è proseguita, accompagnata dai canti del coro del Movimento Pro-Sanctitate diretto da Roberta Fioravanti, giungendo nelle case degli italiani attraverso la ripresa effettuata dalle cinque telecamere della squadra Rai Esterna 3 di Roma diretta dal regista Gianni Epifani e dall’aiuto regista don Simone Chiappetta, il sacerdote pescarese direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali dell’arcidiocesi di Pescara-Penne e del notiziario online La Porzione.it da un anno e mezzo in forza all’equipe liturgica a cui la Cei ha affidato la cura della Santa messa televisiva: «La Rai da 60 anni – spiega don Simone – dà l’opportunità a tante persone, soprattutto ai malati e a chi è in carcere oltre che ai tanti italiani sparsi nel mondo, di poter vivere la propria fede ed entrando nelle varie chiese, vivere la comunità in modo vicino a quello realmente vissuto seguendo una messa in parrocchia».

Il coro del movimento Pro-Sanctitate

Il coro del movimento Pro-Sanctitate

La diretta televisiva della Santa messa si è aperta con la consueta clip introduttiva, diretta e montata dallo stesso don Simone Chiappetta, che ha mostrato gli scorci più suggestivi di Pescara: dalle immagini del Palazzo di Città, passando per i trabocchi e la Nave di Cascella, fino a mostrare il monumento a Ennio Flaiano e la casa natale di Gabriele D’Annunzio.

Le telecamere Rai hanno anche mostrato la Cittadella dell’accoglienza Giovanni Paolo II che, ospitando profughi e senza fissa dimora, rappresenta la propensione all’accoglienza che caratterizza il popolo pescarese.

La speaker Franca Salerno, nella sua postazione, al termine della diretta

La speaker Franca Salerno, nella sua postazione, al termine della diretta

Il tutto commentato con la voce intensa ed elegante della speaker Rai Franca Salerno, che ha declamato i versi dannunziani dell’Alcyone per poi descrivere le caratteristiche urbanistiche ed architettoniche della città adriatica e della sua Cattedrale, fino a meditare le fasi della liturgia: «La messa – riflette la speaker – è la messa, sia che si faccia un piccolo paese o in una grande Cattedrale come quella di Pescara. Il messaggio è la comunione, che unisce tutti noi al mistero eucaristico, alla salvezza. Io cerco di metterci quello che sento, al di là dell’impegno professionale, ci vuole un po’ di fede e sentire tuo quello che cerchi di trasmettere agli altri».

Una trasmissione, quella della Santa messa in diretta dalla Cattedrale di San Cetteo, perfettamente riuscita: «È andate bene – evidenzia l’aiuto regista, originario di Torre de’ Passeri -, dal punto di vista tecnico ha funzionato tutto bene grazie all’ottimo lavoro della squadra Rai Esterna 3 di Roma. Siamo felici di quanto abbiamo messo in onda».

About Davide De Amicis (2487 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website