Ultime notizie

Montesilvano invoca la protezione di due Santi patroni

"Abbiamo ritenuto doveroso - spiega il sindaco Maragno - rispondere positivamente all'istanza del Vescovo e del clero cittadino, che ora insieme alla delibera verrà trasmessa alla Santa Sede per conseguire l'avallo ufficiale"

Ricevuto il parere favorevole dell’arcivescovo Valentinetti, oltre a Sant’Antonio di Padova, il Comune ha riconosciuto anche in San Michele Arcangelo il patrono della città

Sant'Antonio di Padova e San Michele Arcangelo, patroni di Montesilvano
Monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne

Monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne

Montesilvano potrà invocare la protezione di due Santi Patroni. I montesilvanesi oltre a riconoscere il patrono cittadino in Sant’Antonio di Padova, che si festeggia civilmente il 13 giugno, potranno riconoscere anche in San Michele Arcangelo il patrono della città.

I due Santi verranno celebrati in un unico giorno di festività civile, che coinciderà con l’attuale festività del 13 giugno. Dunque a Sant’Antonio di Padova si affiancherà San Michele Arcangelo.

Francesco Maragno, sindaco di Montesilvano

Francesco Maragno, sindaco di Montesilvano

Lo ha disposto, nei giorni scorsi, la Giunta comunale guidata dal sindaco Francesco Maragno: «Questa delibera – spiega il primo cittadino – è una presa d’atto di un parere ufficiale che ci è stato inviato dall’arcivescovo della diocesi Pescara-Penne, monsignor Tommaso ValentinettiCon il benestare di tutti i parroci della città, il Vescovo ci ha manifestato la volontà di consentire a Montesilvano di tornare a riconoscere in San Michele Arcangelo il patrono della città». Fino al secolo scorso, la chiesa di Montesilvano Colle (risalente al IX secolo), rappresentava l’unica parrocchia di Montesilvano.

La chiesa di San Michele Arcangelo a Montesilvano colle

La chiesa di San Michele Arcangelo a Montesilvano colle

Tale chiesa è stata in sostanza la “madre” di tutte le chiese di Montesilvano e quindi San Michele ne è stato il patrono almeno fino al trasferimento della centralità cittadina dal borgo, dove aveva sede anche la residenza municipale, alla marina: «Abbiamo ritenuto doveroso – conclude il sindaco Maragno – rispondere positivamente all’istanza del Vescovo e del clero cittadino, che ora insieme alla delibera verrà trasmessa alla Santa Sede per conseguire l’avallo ufficiale».

About Davide De Amicis (2506 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website