Ultime notizie

A Pescara anche i poveri avranno un funerale decoroso

"Si tratta - spiega Antonella Allegrino, assessore comunale alle Politiche sociali - di una forma di assistenza essenziale per tante famiglie che sono in stato di bisogno e che non possono garantire un funerale ai propri cari, visti gli alti costi da sostenere. Ci consente anche di assicurare un servizio funebre a quelle persone che sono in stato di povertà assoluta e che muoiono, spesso, in totale solitudine, in ospedale o in casa. In tutti questi casi, verranno garantiti dal Comune un servizio funebre completo e decoroso, rispettoso della dignità del defunto, e l’inumazione nel cimitero"

È stato pubblicato mercoledì sul sito web del Comune di Pescara il bando per l’affidamento, per tre anni, del servizio funebre per i meno abbienti

È stato pubblicato mercoledì sul sito istituzionale del Comune di Pescara il bando per l’affidamento, per tre anni, del servizio di recupero salme e di trasporto funebre per i non abbienti (http://www.comune.pescara.it/internet/index.php?codice=720&view=bando&bnd=175).

Il settore Politiche per il cittadino e Programmazione sociale ha indetto la gara d’appalto, ad evidenza pubblica per un importo complessivo presunto, a base d’asta, pari a 80.760 euro. Per rispondere le ditte interessate avranno tempo fino al 14 novembre prossimo.

Antonella Allegrino, assessore alle Politiche sociali del Comune di Pescara

Antonella Allegrino, assessore alle Politiche sociali del Comune di Pescara

Il servizio, oltre a garantire il funerale a persone sole non abbienti, o a nuclei familiari con redditi a livello di indigenza, prevede anche il recupero delle salme di persone decedute a causa di incidente sulle strade del territorio comunale, o di decessi per altre cause, avvenuti sulla pubblica via, su richiesta dell’Autorità giudiziaria, dei Carabinieri o della Polizia di Stato, con il successivo trasporto in obitorio: «Si tratta – spiega Antonella Allegrino, assessore comunale alle Politiche sociali – di una forma di assistenza essenziale per tante famiglie che sono in stato di bisogno e che non possono garantire un funerale ai propri cari, visti gli alti costi da sostenere. Ci consente anche di assicurare un servizio funebre a quelle persone che sono in stato di povertà assoluta e che muoiono, spesso, in totale solitudine, in ospedale o in casa. In tutti questi casi, verranno garantiti  dal Comune un servizio funebre completo e decoroso, rispettoso della dignità del defunto, e l’inumazione nel cimitero».

Le ditte che vorranno partecipare alla gara dovranno avere  i seguenti requisiti: devono aver presentato al Comune la Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) per l’esercizio dell’attività oggetto di gara, devono avere la disponibilità funzionale, documentata e certificata, di almeno un’ auto funebre e di autorimessa, il possesso di specifica certificazione di agibilità, dotata delle attrezzature e dei mezzi per la pulizia e la disinfezione.

Devono garantire la disponibilità di almeno una sede idonea alla trattazione degli affari amministrativi, ubicata nel Comune in cui si è stata presentata la Scia, devono aver svolto servizi nel settore di attività oggetto di gara nel triennio 2013/2015, per un importo di fatturato complessivo, per i 3 anni, di  27 mila euro (Iva esclusa).

About Davide De Amicis (2361 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website