Ultime notizie

“Con il grazie di Mattarella ho capito l’importanza del volontariato”

"L’incontro con il presidente Matterella - racconta Giuliana - mi è sembrato un sogno, ma nel momento stesso in cui pronunciava il suo discorso, mi sono tornati alla mente le vittime, i loro familiari, gli orfani e così mi sono commossa, pensando a quanto sarebbe stato bello se questo evento fosse accaduto per un’occasione più lieta, se questa sciagura si fosse potuta evitare"

Lo ha affermato Giuliana Valentini, volontaria della Protezione civile di Montesilvano, dopo essere stata ricevuta al Quirinale dal presidente della Repubblica

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella stringe la mano a Giuliana Valentini - Foto Tg1

Una forte stretta di mano durata pochi secondi, ma in grado di ripagare più di ogni altra cosa cinque anni di sacrifici e servizi svolti da volontaria di Protezione civile. Una stretta di mano data mercoledì mattina, nel salone delle feste del Quirinale, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Giuliana Valentini: coraggiosa cinquantanovenne di Loreto Aprutino, moglie, madre di quattro figli e nonna di sei nipoti, che prestando servizio nel Corpo volontari Protezione civile di Montesilvano ha operato tra i soccorritori nei giorni terribili della valanga che, il 18 gennaio scorso, ha spazzato via l’Hotel Rigopiano insieme alle vite di 29 ospiti.

Quello con Mattarella, dunque, per Giuliana e gli altri soccorritori è stato il momento della celebrazione e del ringraziamento: «Stringendomi la mano – racconta la volontaria di Protezione civile – il presidente mi ha detto “Grazie” e ho sentito una gioia immensa».

Il presidente Mattarella parla ai soccorritori operativi a Rigopiano

Il presidente Mattarella parla ai soccorritori operativi a Rigopiano

Una gioia sfociata inevitabilmente nel dolore ripensando alla tragedia di cui la cerimonia, in attesa del responso delle inchieste, è stato l’ultimo atto: «L’incontro con il presidente Matterella – racconta Giuliana – mi è sembrato un sogno, ma nel momento stesso in cui pronunciava il suo discorso, mi sono tornati alla mente le vittime, i loro familiari, gli orfani e così mi sono commossa, pensando a quanto sarebbe stato bello se questo evento fosse accaduto per un’occasione più lieta, se questa sciagura si fosse potuta evitare».

Emozioni forti e contrapposte quelle provate dai soccorritori come Giuliana Valentini, impegnata nei giorni dell’emergenza a cucinare e servire migliaia di pasti caldi ai colleghi, carabinieri, poliziotti, finanzieri, vigili del fuoco, operatori del Soccorso alpino e volontari di Protezione civile che tornavano a rifocillarsi da Rigopiano, ma anche ad alcuni familiari delle vittime come i parenti di Marco Tanda: «I familiari del giovane pilota marchigiano Ryanair morto nella tragedia – racconta la volontaria -, a cui stavo vicino consegnando viveri da consumare nell’attesa in ospedale, che mi hanno offerto un pranzo dopo la cerimonia per ringraziarmi».

Ma quello che per Giuliana resterà indimenticabile, molto più di qualsiasi encomio, sarà quel “grazie” pronunciato a tu per tu dal presidente della Repubblica: «Ci ha detto – sottolinea – che noi soccorritori, volontari di Protezione civile, siamo la forza di questo Paese e lì ho capito cosa vuol dire essere volontari e farlo col cuore, oltre che per la divisa che si indossa».

About Davide De Amicis (2488 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website