Ultime notizie

Bambini: “1 su 5 nei Paesi ricchi vive in povertà relativa, in Italia sono il 25%”

"Nel nostro Paese, si legge nel rapporto Unicef, l’11,2% dei 15-19enni non lavora, non studia e non segue un programma di formazione, mentre il 9,7% dei minorenni vive in famiglie senza lavoro"

Emerge dall’ultima Report Card dell’Unicef-Centro di Ricerca Innocenti pubblicata giovedì

«Un bambino su 5 in Paesi ad alto reddito vive in povertà reddituale relativa e in media 1 su 8 affronta insicurezza alimentare». Sono alcuni dei dati contenuti nell’ultima Report Card dell’Unicef-Centro di Ricerca Innocenti, diffusa giovedì: «Circa 1 bambino su 10 nei Paesi ad alto reddito vive in famiglie in cui nessun adulto possiede un impiego – si legge in una nota -, mentre fra i giovani fra i 15 e i 19 anni nei Paesi ad alto reddito, circa 1 su 13 non lavora, non studia e non segue un programma di formazione (‘neet’). Inoltre nei Paesi ad alto reddito, nel 2012, il suicidio è stato la principale causa di morte tra i giovani tra i 15-19 anni di entrambi i sessi, avendo provocato il 17,6% di tutti i decessi». E ancora, almeno 1 bambino su 10 nei paesi esaminati è regolarmente vittima di bullismo.

Per quanto riguarda l’Italia, il 25,1% dei bambini vive in povertà reddituale relativa e il 51% in povertà multidimensionaleNel nostro Paese, inoltre, l’11,2% dei 15-19enni non lavora, non studia e non segue un programma di formazionementre il 9,7% dei minorenni vive in famiglie senza lavoro: «L’Italia – approfondisce il rapporto Unicef – ha la più alta percentuale di bambini e adolescenti di età compresa tra gli 11 e i 15 anni che riferiscono di soffrire di due o più sintomi psicologici più di una volta alla settimana (36,5%)».

Infatti, il nostro Paese ha il quinto tasso di omicidio infantile più basso (0,19 su 100mila), mentre il tasso di bullismo cronico auto-segnalato è il terzo più basso tra i Paesi considerati: «In ogni caso – ribadisce l’Unicef -, il 5,2% degli 11-15enni italiani ha subito episodi di bullismo almeno due volte al mese».

L’Italia ha anche il quarto tasso di ubriachezza più basso tra i bambini di età compresa tra 11 e 15 anni, pari al 4,4%, mentre il tasso di suicidio tra gli adolescenti (15-19 anni) è di 1,9 su 100 mila, il secondo più basso.

About Davide De Amicis (2953 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website