Ultime notizie

Giovani: “L’Italia non dà loro opportunità e non ne riconosce i tanti talenti”

"Penso - osserva il cardinale Bassetti - che il lavoro sia veramente un fondamento di promozione sociale e umana, anzi penso che sia la prima vera grande priorità per l’Italia e per i suoi giovani"

Lo ha affermato mercoledì il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, aprendo il 29° Convegno nazionale dei Gruppi di preghiera di Padre Pio

Card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e arcivescovo di Perugia-Città della pieve

«L’Italia non è più un Paese che dà delle opportunità ai nostri giovani e che soprattutto non riesce a riconoscere i tanti, tantissimi talenti che sono presenti in tutta la Penisola. Le opportunità mancano soprattutto al Sud, che appare dimenticato e abbandonato al suo destino. Non è possibile e non è accettabile che il futuro di questi giovani sia relegato alla rassegnazione o all’emigrazione».

Con queste parole il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, ha aperto mercoledì presso la Casa Sollievo della Sofferenza a San Giovanni Rotondo il 29° Convegno nazionale dei Gruppi di preghiera di Padre Pio: «Penso – osserva il cardinale – che il lavoro sia veramente un fondamento di promozione sociale e umana, anzi penso che sia la prima vera grande priorità per l’Italia e per i suoi giovani. Bisogna ridare dignità al lavoro, perché il lavoro non è un tema qualsiasi, ma è il tema per eccellenza che occupa la vita di centinaia di migliaia di giovani».

La riflessione di Bassetti è partita dal ricordo di Gloria Trevisan e Marco Gottardi, i due giovani italiani morti nel drammatico incendio del grattacielo in cui vivevano a Londra: «Questi due ragazzi – ricorda il presidente della Cei – sono a tutti gli effetti dei migranti. Sono persone che non lasciano il proprio Paese a causa di una guerra su un barcone, ma che se ne vanno per trovare un lavoro a bordo di un aereo e drammaticamente trovano la morte in un Paese che li aveva accolti e che aveva dato un’opportunità».

Citando Giorgio La Pira, Bassetti ha ribadito la centralità del lavoro nella vita delle persone: «Tutta la vera politica sta qui – ammonisce il porporato -, difendere il pane e la casa della più gran parte del popolo italiano. Il pane, e quindi il lavoro, è sacro, la casa è sacra. Non si tocca impunemente né l’uno né l’altro. Questo non è marxismo, è Vangelo».

About Davide De Amicis (2493 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website