Ultime notizie

Influenza: “Tra patologie più conosciute, ma tra over 50 manca consapevolezza dei rischi”

Va riducendosi la copertura vaccinale tra gli over 65, per i quali la vaccinazione è offerta gratuitamente e somministrata dal medico di famiglia: "«La riduzione della tendenza a vaccinarsi – conclude l’indagine – può essere dipesa dal grado di fiducia". Il 32,9% degli italiani over 50 afferma di fidarsi molto delle vaccinazioni, il 51,2% si fida abbastanza, mentre il 15,9% poco o per nulla

Emerge dalla ricerca del Censis “La vaccinazione antinfluenzale: il punto di vista dei cittadini”, realizzata con il supporto non condizionante di Sanofi Pasteur

«L’influenza è una della patologie più conosciute, eppure tra gli italiani over 50 non c’è ancora una piena consapevolezza sulle sue possibili conseguenze e sull’esistenza di specifiche condizioni di rischio. Il 48,9% pensa che può essere una malattia anche molto grave, ma solo il 43% sa che sono possibili complicanze anche letali».

È quanto emerge dalla ricerca del Censis “La vaccinazione antinfluenzale: il punto di vista dei cittadini” sulle conoscenze, gli atteggiamenti e i comportamenti degli italiani over 50 sull’influenza e sulla propensione alla vaccinazione antinfluenzale, realizzata con il supporto non condizionante di Sanofi Pasteur: «Tra gli over 50, il 96,8% conosce la vaccinazione antinfluenzale e il 93% ritiene che sia consigliabile per i soggetti affetti da patologie dell’apparato respiratorio – prosegue la nota –, ma solo il 59,1% pensa che sia indicata per tutte le persone che non vogliono ammalarsi».

Gli italiani over 50 dimostrano una buona conoscenza dell’influenza, visto che il 90,9% sa che è causata da virus che ogni anno subiscono una mutazione, dando vita a diverse forme di influenza stagionali. L’87,7% pensa che è molto contagiosa perché si trasmette per via aerea mentre il 71,7% sa che si trasmette anche attraverso il contatto con oggetti contaminati: «Ma solo il 45,7% – si sottolinea nella nota – sa che può rimanere contagiosa per diverso tempo sin dal periodo di incubazione».

Giuseppe De Rita, presidente del Censis

Solo il 14,7% tende a minimizzarne i rischi, mentre il 48,9% è consapevole che a certe condizioni, come per i malati cronici e le persone anziane, può essere molto grave. Dall’indagine emerge anche come ci sia scarsa informazione sulle possibili complicanze: «Quando ci si accorge di aver preso l’influenza – precisa il rapporto -, solo il 16% contatta immediatamente il medico, il 45,8% si rivolge al medico solo se i sintomi non migliorano, il 24,4% si cura autonomamente con farmaci da banco e il 13,8% lascia che l’influenza faccia il suo corso senza prendere farmaci».

Comunque, il 96,8% degli italiani over 50 sa che è possibile vaccinarsi contro l’influenza stagionale. I dati evidenziano che il 93% riconosce che la vaccinazione è consigliabile per i soggetti affetti da patologie dell’apparato respiratorio, l’88% per le persone che vivono in ambienti dove è più facile il contagio, l’86% per il personale sanitario, l’85,4% per le persone con più di 65 anni, l’81,2% per i soggetti affetti da patologie dell’apparato cardio-circolatorio o da malattie croniche (80%): «Il 59,1% – prosegue la nota – considera la vaccinazione antinfluenzale consigliabile a tutte le persone che vogliono evitare di ammalarsi. Il 52,3% fa riferimento ai soggetti affetti da diabete, il 49,3% ai bambini e il 36,2% alle donne in gravidanza».

In questo quadro, però, va riducendosi la copertura vaccinale tra gli over 65, per i quali la vaccinazione è offerta gratuitamente e somministrata dal medico di famiglia. Dal picco massimo nella stagione 2005-2006 (68,3%) si è passati al 52% della stagione 2016-2017: «La riduzione della tendenza a vaccinarsi – conclude l’indagine – può essere dipesa dal grado di fiducia». Infatti, il 32,9% degli italiani over 50 afferma di fidarsi molto delle vaccinazioni, il 51,2% si fida abbastanza, mentre il 15,9% poco o per nulla. Tra questi ultimi, ci sono soprattutto abitanti del Sud (19%) e persone meno istruite (26,6%).

About Davide De Amicis (2876 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero ed è direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website