Ultime notizie

Una sfida di calcetto per chiudere in festa il centro di accoglienza Britti

"Il progetto - sottolinea l’assessore Allegrino - si è concluso con un bilancio molto positivo sia perché siamo riusciti, attraverso questa sperimentazione, a dare ospitalità a circa 100 persone che altrimenti avrebbero dormito in strada sia per la rete costituita da associazioni, parrocchie e cittadini che hanno contribuito all’accoglienza e dagli artisti che hanno partecipato a serate di intrattenimento"

È positivo il bilancio del Centro polivalente monsignor Gustavo Britti che a Pescara, in oltre due mesi di attività, ha accolto 100 senzatetto

I protagonisti del triangolare di calcetto

I senza dimora si sono aggiudicati il triangolare di calcetto “Amici del Britti” giocato mercoledì al circolo New Dribblig di via Alento dai giocatori Adrian, Paolo, Gianni, Maurizio Florin, Mohamed, Bujan per la squadra del Britti;  Massimo Ippoliti, Gianluca Triozzi, Antonello Salvatore, Luigi Ceglie, Alessandro Marcone, Modi e Roberto (ospiti del Britti) per la squadra di On The Road; Luca Fortunato, Federico Bruno, Andrea Pedoni, Martino Trovato, Gianluca Cornacchia e Anthony (ospite del Britti) per la formazione della Comunità di Papa Giovanni XXIII.

Il torneo è stato organizzato dall’Assessorato alle Politiche sociali de Comune di Pescara, che coordina le attività nella struttura di via Rio Sparto aperta dall’amministrazione comunale per ospitare i senza tetto durante il periodo invernale. Il triangolare ha visto scendere in campo la formazione degli ospiti del Britti e quelle dei volontari di On The Road e della Comunità Papa Giovanni XXIII, due associazioni che si occupano dell’accoglienza nel centro.

Antonella Allegrino, assessore alle Politiche sociali del Comune di Pescara

Dopo sei partite, la coppa del primo classificato è andata ai giocatori del Britti che hanno conquistato 7 punti, contro i 6 di On the Road e i 4 della Comunità Papa Giovanni XXIII: «Abbiamo organizzato il torneo accogliendo una richiesta dei senza dimorarecepita subito anche dai volontari  – spiega l’assessore Antonella AllegrinoÈ stata un’iniziativa all’insegna dei valori dello sport e dell’inclusione sociale, ma anche dell’entusiasmo e delle forti relazioni che il progetto ha consentito di stabilire tra gli operatori e gli ospiti. In campo ci sono stati competitività e agonismo, ma anche uno straordinario spirito di gruppo tanto che nelle squadre delle associazioni hanno giocato anche alcuni senza dimora». A conclusione del torneo, l’assessore Allegrino ha premiato vincitori e partecipanti con coppe e attestati durante un momento di festa organizzato nella struttura di via Rio Sparto e terminato con una cena a base di pizze e canti accompagnati con la chitarra.

Il centro di accoglienza dei senza fissa dimora, ospitato nel Centro polivalente monsignor Gustavo Britti, è stato quindi chiuso giovedì: «Il progetto si è  concluso – sottolinea l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Pescara – con un bilancio molto positivo sia perché siamo riusciti, attraverso questa sperimentazione, a dare ospitalità a circa 100 persone che altrimenti avrebbero dormito in strada sia per la rete costituita da associazioni, parrocchie e cittadini che hanno contribuito all’accoglienza e dagli artisti che hanno partecipato a serate di intrattenimento. Voglio ringraziare tutti per la presenza costante nella struttura, per la vicinanza, per la disponibilità, per la generosità nel donare prodotti alimentari e per il bel segnale che Pescara ha dato mostrando la sua vocazione alla solidarietà».

Nella struttura hanno assicurato l’accoglienza i volontari dell’associazione On The Road, delle Comunità Papa Giovanni XXIII e Sant’Egidio, dell’associazione Psicologi per l’emergenza Abruzzo (Pea), dell’ associazione culturale Emozioni, dell’Ordine di Malta, i cittadini Michel Janssens – ex senza dimora – e Aristide Ricci, gli scout giovani, mentre il Banco Alimentare e i parrocchiani delle chiese di San Gabriele, Beato Nunzio e Santa Lucia hanno offerto un contributo con prodotti per la colazione. Hanno aderito al progetto anche gli  artisti Piero Delle Monache, i giovani attori del Teatro Senza Fissa Dimora guidati dalle regista Federica Vicino, i rappresentanti dell’associazione Lo Spazio di Sophia, il mago Frack (alias Franco Di Biase) e il chitarrista Gianluca Triozzi.

About Davide De Amicis (2703 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website