Ultime notizie

Siria: un incontro d’approfondimento all’Istituto Toniolo di Pescara

"In Siria - raccontano i focolarini -, l’economia nazionale è gravemente colpita, la perdita progressiva del lavoro per la chiusura di molte fabbriche, il crollo del commercio e l’aumento dei prezzi dei generi di prima necessità, soprattutto gasolio e gas, rendono drammatica la vita per tante famiglie ed estremamente inquietante il futuro"

L’appuntamento è organizzato dal Movimento dei Focolari, attivo in Sira con l’ong Azione per un mondo unito

La devastazione nella città siriana di Aleppo

«Il dramma che avviene in Siria dal 2011 torna all’attenzione dei media solo in occasione di  eventi particolari, come il recente intervento militare dell’alleanza occidentale, mentre in realtà l’emergenza è continua e non si intravede la luce in fondo al tunnel della guerra».

Lo ha constatato il Movimento dei Focolari che per mantenere alta l’attenzione sul tema venerdì, presso l’Istituto superiore di Scienze religiose Toniolo di Pescara dalle ore 18 alle ore 20, ha organizzato un incontro di approfondimento e sensibilizzazione sulla questione siriana e di presentazione di alcuni programmi di assistenza sanitaria, di sostegno al reddito e al lavoro, di assistenza allo studio e alla formazione per i quali si chiede alla cittadinanza un impegno concreto.

All’incontro interverranno Stefano Comazzi, presidente dell’associazione Azione per un mondo unito, ong del Movimento dei Focolari che opera nel territorio siriano già all’indomani dello scoppio della guerra civile siriana e George e Michael Nakhla, giovani siriani originari di Homs a Roma da alcuni mesi, che racconteranno la loro esperienza di cittadini del paese mediorientale martoriato dalla guerra. Con un collegamento telefonico da Aleppo, darà poi la sua testimonianza Robert Chelhod, che, dopo diversi anni vissuti in Italia, ha deciso di tornare in Siria «Dalla sua gente per condividerne le sofferenze ed aiutare nella ricostruzione sociale ed economica».

All’incontro parteciperanno anche alcuni rappresentanti delle comunità islamiche di Pescara, Montesilvano e Orsogna, con le quali il Movimento dei Focolari ha consolidato un rapporto fraterno basato sul dialogo della vita attraverso obiettivi comuni, momenti di preghiera per la pace, gesti e momenti di vita quotidiana.

Secondo l’associazione Azione per un mondo unito, sono oltre 200 mila le vittime tra i civili e gli sfollati all’interno dei confini siriani raggiungono i 12 milioni. A questi si aggiungono gli oltre 3,5 milioni di profughi rifugiati nei Paesi confinanti, ovvero Turchia, Giordania, Libano, Iraq ed Egitto: «In Siria, l’economia nazionale è gravemente colpita, la perdita progressiva del lavoro per la chiusura di molte fabbriche, il crollo del commercio e l’aumento dei prezzi dei generi di prima necessità, soprattutto gasolio e gas, rendono drammatica la vita per tante famiglie ed estremamente inquietante il futuro».

In Siria chi ha perso il lavoro è stato costretto a spendere tutti i risparmi per sopravvivere e curarsi: medici, insegnanti e molti professionisti sono emigrati all’estero. Chi è rimasto, molto spesso, ha perso la casa e ha contribuito a sovraffollare quartieri già allo stremo. I settori cui AMU – associazione per Azione Mondo Unito – sta intervenendo sono del sostegno al reddito, istruzione e assistenza sanitaria.

Nello specifico le 5 attività del programma sono:

  1. Sostegno allo studio e formazione scolastica – Homs e Damasco. Doposcuola, assistenza allo studio, merenda e fornitura materiale didattico per 220 ragazzi.
  2. Scuola EHIS per sordomuti – Aleppo. Corsi scolastici ed attività extra per 75 bambini.
  3. Corso professionale – Aleppo. Corso di artigianato tradizionale siriano.
  4. Assistenza socio-sanitaria – Homs e Kafargo. Accesso alle cure mediche per i malati di cancro e interventi chirurgici e altri servizi medici.
  5. Sostegno al reddito familiare – Kafarbo, Homs, Aleppo, Damasco. Erogazione mensile di sussidi economici per alimentazione, spese di affitto e ristrutturazione, supporto cure mediche.

Lo svolgimento delle attività garantisce occupazione a circa 70 persone tra insegnanti, operatori sociali, formatori e assistenti e coinvolge 50 volontari.

 

About Davide De Amicis (2654 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website

Rispondi