Ultime notizie

Colletta alimentare: oggi la spesa solidale in 350 supermercati abruzzesi

"La speranza di chi è povero, solo e deluso dalla vita – sottolinea Luigi Nigliato, presidente del Banco alimentare dell’Abruzzo – può essere alimentata e favorita da questo piccolo gesto, compiuto dai volontari e dalle tante famiglie che si recheranno al supermercato, testimoniando a questi nostri concittadini che si può partecipare e compiere un gesto d’amore"

Alimenti per l’infanzia, sughi e pelati, tonno in scatola, olio d’oliva, riso, legumi e biscotti: questi i prodotti raccolti da 4 mila volontari

Ventuno anni di Colletta alimentare, ventuno anno di Banco alimentare dell’Abruzzo. La nascita della delegazione abruzzese dell’importante istituzione solidale, dunque, è nata ed legata a doppio filo con la Giornata nazionale della colletta alimentare, che oggi tornerà a coinvolgere 350 punti vendita abruzzesi per accogliere la solidarietà dei cittadini, i quali potranno fare la spesa per 29.732 poveri censiti in regione.

Il volantino della Colletta alimentare 2018

Alimenti per l’infanzia, sughi e pelati, tonno in scatola, olio d’oliva, riso, legumi e biscotti: questi i prodotti di cui ci sarà più bisogno, che verranno raccolti grazie alla presenza di 4 mila volontari riconoscibili dalla tradizionale pettorina gialla, indossata dagli operatori di associazioni di alpini, carabinieri e bersaglieri, protezione civile, volontariato, parrocchie e molto altro.

Luigi Nigliato, presidente Banco alimentare dell’Abruzzo

L’obiettivo è di superare le 193 tonnellate di alimenti raccolte grazie alla Colletta alimentare 2017: «La speranza di chi è povero, solo e deluso dalla vita – sottolinea Luigi Nigliato, presidente del Banco alimentare dell’Abruzzo – può essere alimentata e favorita da questo piccolo gesto, compiuto dai volontari e dalle tante famiglie che si recheranno al supermercato, testimoniando a questi nostri concittadini che si può partecipare e compiere un gesto d’amore».

Marinella Sclocco, assessore regionale alle Politiche sociali

Terminata la raccolta, tutti i prodotti verranno trasportati, anche attraverso i furgoni messi a disposizione da Poste italiane e Galbani, e censiti presso i depositi temporanei sparsi nei più grandi centri città abruzzesi, messi a disposizione gratuitamente da molti imprenditori, e imballati attraverso i 28 mila scatoloni offerti dall’azienda Ico. Infine potrà partire la distribuzione, attraverso l’impegno di 177 enti caritativi convenzionati col Banco alimentare dell’Abruzzo: «Vi chiedo – esorta Marinella Sclocco, assessore regionale alle Politiche sociali, rivolgendosi agli abruzzesi – di andare nei supermercati e fare la spesa, ripetendo questo gesto ordinario e bellissimo».

Marisa Camplese, delegato al sociale Cri Pescara

Anche grazie allo stimolo del Banco alimentare dell’Abruzzo, proprio l’assessore Sclocco è stata prima firmataria della legge regionale contro lo spreco alimentare: «Un’iniziativa – ricorda – che ci consente di educare al mangiar sano e a non sprecare il cibo. Abbiamo coinvolto dei cuochi, anche stellati, per insegnare ai loro colleghi e ai cittadini a cucinare con gli avanzi. E tramite le associazioni di categoria, abbiamo distribuito gratuitamente dei box ai ristoratori per far riportare ai clienti il cibo a casa».

Tra i volontari impegnati oggi, ci saranno anche quelli del comitato pescarese della Croce rossa: «Per noi – conclude Marisa Camplese, delegata al Sociale – la distribuzione degli alimenti è un’occasione per entrare in relazione con gli utenti, facendo emergere altre criticità».

About Davide De Amicis (2945 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website