Ultime notizie

Banco alimentare: domani alle 16 un’ora di donazioni dai clienti Oasi

"Si tratta – commenta Luigi Nigliato, presidente del Banco Alimentare dell’Abruzzo – di un’iniziativa tanto semplice quanto bella, perché mette in connessione ancora di più la clientela di questi superstore con i circa 35 mila poveri, che il Banco Alimentare dell’Abruzzo assiste quotidianamente in Abruzzo e Molise. Partecipare non costa nulla, ma consente di dare una mano concreta a chi vive nel bisogno"

È l’iniziativa “Un’ora per il Banco”, che coinvolgerà i clienti degli ipermercati Oasi abruzzesi nello scegliere gli alimenti da donare ai poveri abruzzesi

La sede pescarese del Banco alimentare dell'Abruzzo

Quello di domani, venerdì 18 gennaio, sarà un appuntamento speciale con la solidarietà, un impegno concreto per tutte le famiglie che si trovano in difficoltà, grazie a “Un’ora per il Banco”: una maratona benefica realizzata per e con la Fondazione Banco Alimentare Onlus, con il contribuito dei clienti dei superstore Oasi del Gruppo Gabrielli, i quali saranno coinvolti nella donazione di alimenti.

Infatti tutti i clienti che, dalle 16 domani, si troveranno alla cassa riceveranno una card speciale, sulla quale poter scegliere quale prodotto il Gruppo Gabrielli donerà tra quelli indicati dalla Fondazione Banco Alimentare: olio, omogenizzati, pelati.

Luigi Nigliato, presidente del Banco alimentare dell’Abruzzo

L’iniziativa si svolgerà nei punti vendita di Montesilvano, Francavilla al Mare, Lanciano, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Teramo, L’Aquila, Avezzano e Campobasso: «Si tratta – commenta Luigi Nigliato, presidente del Banco Alimentare dell’Abruzzo – di un’iniziativa tanto semplice quanto bella, perché mette in connessione ancora di più la clientela di questi superstore con i circa 35 mila poveri, che il Banco Alimentare dell’Abruzzo assiste quotidianamente in Abruzzo e Molise. Partecipare non costa nulla, ma consente di dare una mano concreta a chi vive nel bisogno. Il nostro grazie di cuore al Gruppo Gabrielli che ha voluto promuovere questo gesto, lieti di poter collaborare con una realtà così solida e dinamica».

Una realtà, quella del Gruppo Gabrielli, che già dal 2010 ha stretto un accordo con il Banco Alimentare, impegnandosi a donare quotidianamente l’invenduto (ancora perfettamente edibile da un punto di vista organolettico) per ragioni commerciali ai volontari che in maniera capillare lo redistribuiscono, in base alle necessità, alle strutture convenzionate con il Banco.

In questo modo, il Gruppo Gabrielli ha avuto l’opportunità di entrare concretamente in quella che è definita economia circolare e sperimentare progetti nuovi, con cui donare e coinvolgere i clienti. Un’opportunità che diventa realtà dopo aver ascoltato i bisogni della onlus che, individuate le necessità, può far fronte grazie alle donazioni, alle richieste di coloro che si affidano ai volontari.

Nasce così una speciale lista della spesa, donata interamente dal Gruppo Gabrielli, in cui i clienti sono coinvolti nella selezione dei prodotti da dare, purché si trovino in punto vendita alle casse nella fascia oraria in cui avverrà l’iniziativa: «Siamo molto soddisfatti di portare in tutti i nostri 21 punti di vendita Oasi l’evento – spiega Barbara Gabrielli, vicepresidente Gruppo Gabrielli –, perché crediamo molto nel valore di quanto quotidianamente fanno i nostri amici del Banco Alimentare e nel contempo siamo certi che invitare i clienti a prendere parte ad una così bella iniziativa, possa essere uno stimolo a conoscere sempre più da vicino l’operato della onlus».

About Davide De Amicis (2964 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website