Ultime notizie

Uecoop: “Più di 1 italiano su 5 non riesce a pagare le spese mediche”

"Si tratta di un segnale preoccupante a livello economico e sociale – sottolinea Uecoop –, che colpisce in particolare le zone del centro-sud Italia, con le isole che hanno il 43,5% delle famiglie in difficoltà sulle spese mediche contro il 9,9% del nord est e il 19% del nord ovest. Una problematica che riguarda più di 1 pensionato su 5 (27,7%), in un contesto italiano dove ci sono oltre 4 milioni di pensionati che prendono meno di 750 euro al mese e un terzo di loro non arriva neppure a 500 euro al mese"

È quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative su dati Eurispes

«Più di 1 italiano su 5 (23,2%) ha difficoltà a pagare le spese mediche con i problemi maggiori per chi è solo». È quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop), su dati Eurispes, in relazione all’ultimo report Istat sul commercio al dettaglio che registra un crollo record del 3,3% della spesa per prodotti farmaceutici nel dicembre 2018, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: «Si tratta di un segnale preoccupante a livello economico e sociale – sottolinea Uecoop –, che colpisce in particolare le zone del centro-sud Italia, con le isole che hanno il 43,5% delle famiglie in difficoltà sulle spese mediche contro il 9,9% del nord est e il 19% del nord ovest. Una problematica che riguarda più di 1 pensionato su 5 (27,7%), in un contesto italiano dove ci sono oltre 4 milioni di pensionati che prendono meno di 750 euro al mese e un terzo di loro non arriva neppure a 500 euro al mese».

Per questo l’organizzazione ha lanciato una sfida da realizzare in futuro: «Quella di potenziare l’assistenza– rilancia l’Unione europea delle cooperative -, a fronte di una spesa sanitaria delle famiglie che è già salita dell’8% arrivando a 123 euro al mese, mentre ci sono 5,7 milioni di italiani che – secondo un’elaborazione di Uecoop su dati Eurispes – negli ultimi tre anni si sono indebitati per affrontare i costi per cure mediche, una situazione che colpisce in particolare i single con figli che nel 17,1% dei casi hanno chiesto un prestito in banca per cure mediche».

Da qui, in prospettiva, la necessità di elaborare nuove politiche di welfare: «Diventeranno – conclude Uecoop – sempre più una componente fondamentale dell’allocazione dei fondi e delle risorse nazionali e regionali nei prossimi anni».

About Davide De Amicis (2877 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero ed è direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website