Ultime notizie

Insieme ai cittadini per la coesione sociale della periferia

«Questo protocollo d'intesa - spiega Francesca Di Credico, portavoce del Tavolo della Ludoteca - nasce perchè vogliamo ufficialmente mettere insieme le competenze e la professionalità dei soggetti firmatari, ma anche la passione e l'impegno dei tanti volontari che operano nei quartieri».

Associazioni, enti, parrocchie e scuole unite da un protocollo d’intesa per la coesione sociale della periferia ovest di Pescara.

I firmatari del protocollo con il Sindaco di Pescara Marco Alessandrini

Firmato e presentato questa mattina il Protocollo d’Intesa tra i soggetti costituenti il “Tavolo della Ludoteca”, una rete di associazioni culturali e del terzo settore, enti e scuole che hanno scelto di unire le forze per la coesione sociale della periferia ovest di Pescara.

Luogo dell’incontro è stata la Ludoteca “Thomas Dezi”, inaugurata nel 2005,  un luogo emblematico a Rancitelli, un quartiere noto alle cronache nazionali come inaccessibile, un’area separata dal resto della città, con i suoi confini e le sue regole. Proprio la ludoteca, però, è divenuta, appunto, il simbolo del riscatto e della partecipazione per i tanti bambini e le famiglie che la frequentano.

«Qui ci siamo incontrati la prima volta – racconta Maria Rosaria Teofili, responsabile della ludoteca “Thomas Dezi” – e ci siamo ritrovati a raccontarci le nostre esperienze, scoprendo di avere tantissime cose in comune: da quella collaborazione iniziale si è arrivati a questa importante giornata».

Obiettivo del protocollo è sensibilizzare l’intera comunità sulle azioni di cittadinanza attiva e dare continuità alle attività di ascolto, solidarietà, condivisione, partecipazione, creare momenti culturali, ludici e di aggregazione sociale, contribuendo allo sviluppo umano e sociale della Periferia Ovest di Pescara.

«Questo protocollo d’intesa – spiega Francesca Di Credico, portavoce del Tavolo della Ludoteca – nasce perchè vogliamo ufficialmente mettere insieme le competenze e la professionalità dei soggetti firmatari, ma anche la passione e l’impegno dei tanti volontari che operano nei quartieri».

L’iniziativa è il frutto di un percorso iniziato più di due anni fa, attraverso azioni condivise fra associazioni ed enti e all’attività del progetto “Ninive, verso le periferie” della Caritas diocesana Pescara-Penne che tra i suoi obiettivi annoverava proprio il coinvolgimento di tutte le realtà presenti sul territorio al fine di intervenire nelle periferie di Pescara.

«Siamo soddisfatti del raggiungimento di questo obiettivo rappresentato dalla firma del protocollo d’intesa – commenta Don Marco Pagniello, Direttore della Fondazione Caritas – un punto già nei programmi del progetto Ninive e che istituzionalizza un intenso lavoro di rete svolto in questi anni. Ora l’impegno di tutti dovrà essere proteso non solo verso la progettazione di nuovi interventi, ma anche in direzione della preservazione e dell’emersione del bello che c’è in questa periferia e del capitale umano che abbiamo incontrato e conosciuto».

I soggetti del Tavolo della Ludoteca che hanno sottoscritto il Protocollo d’Intesa sono: Ass. Ananke, Ass. Deposito dei Segni Onlus, Ass. Form-Art, Ass. Etnodanza-Momenti Arcaici, Ass. Mousikè-Arte delle Muse, ARGO-Ass. Ricerca Gestione Orticoltura, Fondazione Caritas dell’Arcidiocesi Pescara-Penne, CEIS, Comitato dei residenti Rancitelli, Cooperativa Il Germoglio, CPIA Pescara-Chieti, OCA-Dipartimento di Architettura Università “G.D’Annunzio”, Federazione delle Opere Non Profit Abruzzo-CSV Pescara, Fondazione Olos Onlus, L’Arte del Teatro, Istituto Comprensivo Pe 1, Istituto Aterno-Manthonè, Parrocchia Madonna del Fuoco, Parrocchia SS. Angeli Custodi.

 

 

About Giannicola D'Angelo (45 Articles)
Laureato in Sociologia presso l'Università degli Studi "G. D'Annunzio" di Chieti, si occupa di comunicazione, studi sociali e Osservatorio povertà e risorse della diocesi Pescara-Penne.