Ultime notizie

«Dagli Appennini all’Adriatico» a Pescara: rassegna di cultura, arte, educazione ambientale in riva al mare

L’Associazione di Promozione Sociale Vivere l’Abruzzo, in collaborazione con l’Associazione Casauriamo e il Patrocinio del Comune di Pescara, presenta al Teatro Vittoria Colonna di Pescara l’evento «Dagli Appennini all’Adriatico». Una manifestazione pensata per vivere la montagna in riva al mare. Filo conduttore di tutti gli appuntamenti previsti sarà il tema del «coraggio».

Dal 29 al 31 marzo 2019 al Museo d’arte moderna Vittoria Colonna di Pescara è in programma l’evento «Dagli Appennini all’Adriatico»: rassegna di cultura ed educazione ambientale con particolare attenzione al problema del turismo accessibile per tutti. Il ricco programma sarà condito da musica, rappresentazioni teatrali e folcloristiche, senza dimenticare degustazioni enogastronomiche allestite da produttori del territorio abruzzese.

Con il patrocinio dell’Assessorato alla cultura del Comune di Pescara e in collaborazione con l’Associazione Casauriamo, la manifestazione in programma è stata organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale Vivere l’Abruzzo, costituitasi da tempo al fine di valorizzare le risorse umane, culturali, artistiche e enogastronomiche dell’Abruzzo, attraverso iniziative di vario genere disponibili sul portale www.viverelabruzzo.it.

«Dagli Appennini all’Adriatico» è un titolo evocativo che ben descrive una regione come quella d’Abruzzo, quasi unica nella nostra Penisola per conformazione territoriale: uno scrigno di risorse e bellezze sospeso tra la maestosità del Gran Sasso, la dolcezza curvilinea della Majella e i caratteristici trabocchi dell’Adriatico; tutto fruibile nella cornice di pochi chilometri di distanza.

«Dagli Appennini all’Adriatico» è  una «manifestazione pensata per vivere la montagna in riva al mare». Nessuna contraddizione: gli abruzzesi sono popolo di mare e di montagna, per natura e necessità avvezzi alle difficoltà dell’una e dell’altro. La voce del mare, la voce della montagna: sempre incantano, a volte ingannano. Chi pratica il mare come la montagna è esposto a condizioni sociali e ambientali difficili che da sempre hanno richiesto audacia e prudenza insieme. E infatti filo conduttore di tutti gli appuntamenti previsti in programma sarà il tema del «coraggio».

Sul comunicato stampa dell’Associazione Vivere l’Abruzzo si legge che nel corso dell’evento «saranno affrontati temi di educazione ambientale, di conoscenza dei rischi e delle precauzioni necessarie per affrontare la montagna e saranno raccontate le opportunità offerte dagli operatori del territorio a tutti i possibili fruitori, con particolare attenzione ai diversamenti abili e alle fasce più deboli». Dunque sarà occasione per parlare anche di turismo e accessibilità del territorio per tutti. Questo tema è al centro della giornata di sabato 30 marzo, durante la sessione dibattito dal titolo «La montagna alla portata di tutti. Rendere accessibile le esperienze», prevista per le 17.00, con la partecipazione di: Osvaldo Di Andrea, responsabile Montagna Terapia della Comm. Reg. Medica CAI Abruzzo; Giuseppe Ardente della Majella Sporting Team; Leonardo Paleari, responsabile Area sociale Federtrek; insieme alla Docente Universitaria e reporter di montagna Giusi Pitari.

Nel giorno di venerdì 29 è previsto un incontro-dibattito aperto a docenti e studenti sul tema «L’ambiente incontra la Scuola. Studenti e aree verdi a confronto», durante il quale sarà presentato anche il progetto di sensibilizzazione e di rispetto del territorio «La scuola rispetta l’ambiente». Il lavoro più originale ed efficace sarà premiato con una borsa di studio della Regione Abruzzo; le informazioni sono disponibili nel video di promozione. A conclusione del convegno, domenica 31 alle ore 20:30, con ingresso libero sarà possibile assistere allo spettacolo: «Maja, storie di donne dalla Majella al Gran Sasso», di e con Francesca Camilla D’Amico. Un racconto interamente dedicato alla condizione della donna nella cultura contadina dalla fine dell’Ottocento al secondo Dopoguerra. Il racconto è arricchito da canti popolari femminili e leggende fiabesche legate alle montagne della Majella e del Gran Sasso.

Durante tutti i giorni dell’evento sono previste esposizioni di prodotti enogastromici locali, più diverse rappresentazioni teatrali ed esibizioni musicali e folcloristiche. In fondo al nostro articolo troverete il programma in dettaglio.

Invitiamo a partecipare, tutti gli abruzzesi, «Dagli Appennini all’Adriatico». La montagna sarà accolta per  tre giorni dalle acque del nostro mare che  – scrive D’Annunzio nell’Alcyone –: «Sciacqua, sciaborda, / scroscia, sciocca, schianta, / romba, ride, canta, / accorda, discorda, / tutte accoglie e fonde/ le dissonanze acute/ nelle sue volute / profonde,/ libera e bella/ numerosa e folle/ possente e molle,/ creatura viva/ che gode/ del suo mistero fugace/.

Tutto accoglie, il mare di Pescara. Soprattutto la montagna: sorella della Madre Abruzzo.

PROGRAMMA

VENERDI’ 29/03/19

Dalle ore 16.00 – Produzioni di montagna Mostra mercato operatori e produttori del territorio

Ore 16.00 – “L’Ambiente incontra la Scuola”
Studenti e aree verdi a confronto.
Presentazione del Contest “La Scuola rispetta l’Ambiente”
• Maurizio Mangifesta– Presidente Associazione Vivere l’Abruzzo
• Giuseppe Di Marco- Presidente Legambiente Abruzzo
• Mario Finocchi- Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio
• Docenti e studenti
Modera: Ezio Angelozzi

Ore 18.00 – Degustazioni enogastronomiche
Produttori del territorio

Ore 19.00 – Concerto folklore montano
• Ciarvavì – Suonatori e cantori della Valle del Vomano
————-
SABATO 30/03/19

Dalle ore 16.00 – Produzioni di montagna Mostra mercato operatori e produttori del territorio

Ore 16.00 – Poesie e racconti della montagna
• Filippo Crudele – Poeta ed artista, la voce della montagna

Ore 17.00 – La montagna alla portata di tutti. Rendere accessibili le esperienze
• Giusi Pitari – Docente universitaria e reporter di montagna
• Leonardo Paleari – Responsabile Area Sociale di Federtrek
• Osvaldo Di Andrea – Resp. Montagna Terapia – Comm. Reg. Medica CAI Abruzzo
• Giuseppe Ardente – Majella Sporting Team

Ore 18.00 – Vivere la montagna – Operatori ed esperienze a confronto
• Maurizio Mangifesta – Vivere l’Abruzzo
• Marcello Natarelli – Majellando
• Giovanna Romano – Hub-C
• Massimo Stringini – Paesaggi Sonori in cammino verso la bellezza
• Nunzio Mezzanotte– Majambiente
• Francesco Liberatore – Controconvento
• Andrea Di Pasquale – Bike for Fun
• Rainer Garcia – Lega Navale Pescara
Modera: Giusi Pitari – Docente universitaria e reporter di montagna
——————-

DOMENICA 31/03/19

Ore 10.00 (Stadio del Mare)
Laboratorio di educazione ambientale sulle biodiversità

• Reparti Carabinieri Biodiversità

Dalle ore 16.00: Produzioni di montagna Mostra mercato operatori e produttori del territorio

Ore 17.00 – Imprese ad alta quota. Emozioni, rischi e precauzioni
• Davide Peluzzi – Alpinista
• Gaetano Falcone– Presidente CAI Abruzzo
• Manolo Pierrannunzio – Vice Presidente CAI Arsita

Ore 18.30 – I tesori della montagna. Le donne nella storia della transumanza
•Adriana Gandolfi– Antropologa Beni ed Attività Culturali Regione Abruzzo
• Pierluigi Imperiale – Esperto e custode Tratturo Magno

Ore 20.30 – “Maja, storie di donne dalla Majella al Gran Sasso”
• Spettacolo Teatrale di e con Francesca Camilla D’amico (Bradamante Teatro)

 

Rispondi