Ultime notizie

A Rancitelli la Via Crucis della Solidarietà

Attraverserà Rancitelli, questa sera, l’itinerario di condivisione, riflessione e preghiera.

La chiesa Beata Vergine Maria del Fuoco, luogo di partenza della Via Crucis della Solidarietà

Appuntamento questa sera per la Via Crucis della solidarietà, la “processione” di preghiera e di riflessione, organizzata dall’Arcidiocesi di Pescara-Penne in preparazione alla Pasqua che partirà alle 20.30 da via Stradonetto, a Pescara, percorrendo, stazione per stazione, le strade e le piazze della periferia ovest della città.

«È importante per noi – commenta don Marco Pagniellodirettore della Caritas diocesana e promotore dell’iniziativa – continuare ad essere nelle periferie e in una zona della città dove si incrociano difficoltà, fragilità, ma anche una grande voglia di riscatto».

Sarà la chiesa della Beata Vergine Maria del Fuoco ad aprire il percorso della Via Crucis che attraverserà e sosterà nelle piazze di Rancitelli e Villa del Fuoco fino a raggiungere, in via Lago di Posta, l’altra chiesa del quartiere, la parrocchia degli Angeli Custodi.

«È un momento per tutta la cittadinanza, per tutta la diocesi e non solo per coloro che abitano il quartiere interessato – conclude don Pagniello– perché le periferie, per quanto “difficili” siano, sono parte integrante, vitale e produttiva dell’intera città e per le quali tutta la Comunità deve impegnarsi in processi di inclusione».

Emblematica della volontà di stare nelle periferie anche per la Via Crucis è la frase di Papa Francesco scelta per l’occasione: “Bisogna avere il coraggio di uscire dai nostri egoismi, dalle nostre idee chiuse e di andare nelle periferie, lì lo troveremo perchè Gesù ci precede, Egli è già là”.

About Giannicola D'Angelo (38 Articles)
Laureato in Sociologia presso l'Università degli Studi "G. D'Annunzio" di Chieti, si occupa di comunicazione, studi sociali e Osservatorio povertà e risorse della diocesi Pescara-Penne.

Rispondi