Ultime notizie

Giovani e famiglie in pellegrinaggio a piedi da San Nunzio Sulprizio

"È stata una volontà dell’arcivescovo Valentinetti – sottolinea il direttore della Pastorale giovanile diocesana – far partecipare insieme giovani, fidanzati e famiglie al pellegrinaggio a piedi. Del resto, i giovani sono frutto delle rispettive famiglie ed è al loro interno che hanno ricevuto la prima educazione alla fede"

L’iniziativa, che avverrà domenica 28 aprile con raduno alle 9 e partenza alle 10 da Torre de’ Passeri, è stata ideata all’indomani della sua canonizzazione

Sarà la figura di San Nunzio Sulprizio ad unire per la prima volta, domenica 28 aprile 2019, i giovani, le famiglie e i fidanzati dell’arcidiocesi di Pescara-Penne in un pellegrinaggio diocesano a piedi, da Torre de’ Passeri al Santuario di Pescosansonesco, attraverso lo slogan “La santità: non un mito, più di un mito”: «Oggi i giovani – osserva don Domenico Di Pietropaolo, direttore della Pastorale giovanile – vanno dietro a tanti miti terreni, come quelli della musica o delle ultime novità tecnologiche. Per questo pensiamo che ormai la santità sia più di un mito».

Un’iniziativa, quest’ultima, concepita all’indomani della canonizzazione del giovane santo di origine pescarese avvenuta il 14 ottobre 2018, in piazza San Pietro, ad opera di Papa Francesco: «In quel momento, nei giorni del Sinodo dedicato ai giovani – racconta don Domenico –, è nata l’idea di riportare in auge il pellegrinaggio verso da Torre de’ Passeri a Pescosansonesco».

Infatti, già negli anni ’90 la Pastorale giovanile era solita organizzare un pellegrinaggio annuale per rinnovare la devozione verso Nunzio Sulprizio che da giovane, operaio e malato che a 183 anni dalla sua morte, riesce ancora ad essere un modello per i giovani, così come per le famiglie e i fidanzati di oggi: «Ha saputo accogliere la sofferenza – ricorda don Domenico – e anche nel dolore non ha mai dubitato che, in quel momento, non ci fosse Dio nella sua vita».

don Domenico Di Pietropaolo, direttore della Pastorale giovanile pescarese

Ma, a differenza di quanto accadeva negli anni ’90, la novità di questo nuovo pellegrinaggio è proprio nella partecipazione congiunta di giovani, fidanzati e famiglie: «È stata una volontà dell’arcivescovo Valentinetti – sottolinea il direttore della Pastorale giovanile diocesana – far partecipare insieme queste tre entità. Del resto, i giovani sono frutto delle rispettive famiglie ed è al loro interno che hanno ricevuto la prima educazione alla fede».

Una comunione, quest’ultima, che va incontro a quanto richiesto da Papa Francesco, nella recente lettera indirizzata ai giovani nel corso del suo recente pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Loreto, secondo il quale famiglie e giovani «non possono essere due settori paralleli della pastorale delle nostre comunità, ma devono camminare strettamente uniti, perché molto spesso i giovani sono ciò che una famiglia ha dato loro nel periodo della crescita».

In base al programma ufficiale, alle ore 9 le famiglie e i fidanzati (accompagnati dal direttore della Pastorale familiare diocesana, don Pierluigi Pistone) si ritroveranno nella chiesa della Beata Vergine Maria delle Grazie, a Torre de’ Passeri, dove l’arcivescovo di Pescara-Penne terrà loro una lectio divina. Allo stesso orario i giovani, invece, si ritroveranno nel vicino piazzale del palasport comunale, dove parteciperanno ad un momento di animazione e al lancio del tema, sul modello di santità di Nunzio Sulprizio: «Alle 10 – aggiunge don Domenico Di Pietropaolo – famiglie e giovani partiranno dalle rispettive sedi, per riunirsi e partecipare insieme al pellegrinaggio a piedi, che si concluderà nel piazzale del santuario con un momento di animazione, curato dal gruppo giovani della parrocchia di San Michele Arcangelo di Montesilvano colle».

A seguire, il cantautore pescarese Tony Nevoso riproporrà il brano dedicato a San Nunzio “Dall’incudine al cielo” e altri pezzi del suo repertorio. Infine, dopo il pranzo al sacco, alle ore 15 l’arcivescovo monsignor Tommaso Valentinetti presiederà la messa conclusiva. Per il recupero degli automezzi, verranno messe a disposizione due navette che riporteranno i pellegrini a Pescosansonesco nuovo e a Torre de’ Passeri.

About Davide De Amicis (2987 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website