Ultime notizie

“Accogliamo a casa nostra, respingiamo Cosa nostra”

"Le idee passano con gli uomini – afferma il cardinale Gualtiero Bassetti, citando una delle massime del giudice Giovanni Falcone -, ma continuano a camminare con le gambe delle generazioni che verranno dopo di loro". Una frase definita dal porporato "un messaggio educativo forte per i giovani, di cui c’è particolarmente bisogno"

È la frase riportata sullo striscione portato oggi a Palermo da studenti e dai ragazzi del progetto “Amunì” di Libera

Lo striscione portato a Palermo da studenti e dai ragazzi del progetto "Amunì" di Libera

I magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Uno striscione con la scritta “Accogliamo a casa nostra, respingiamo Cosa Nostra” è stato portato nel corteo partito da via D’Amelio a Palermo, luogo dell’attentato al giudice Paolo Borsellino e agli agenti della scorta, per raggiungere l’albero intitolato a Giovanni Falcone, in occasione della manifestazione “Palermo chiama Italia” nella Giornata della legalità in memoria del ventisettesimo anniversario della Strage di Capaci: l’attentato di Cosa nostra, avvenuto il 23 maggio 1992, in cui persero la vita il giudice Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta.

Dietro lo striscione con i ragazzi delle scuole e i ragazzi del progetto “Amunì”, il presidente di Libera don Luigi Ciotti. “Amunì” è un progetto di Libera, avviato inizialmente nel 2011 in Sicilia nei territori di Palermo e Trapani, e rivolto ai ragazzi tra i 16 e i 20 anni, sottoposti a procedimento penale da parte dell’Autorità giudiziaria minorile e impegnati in un percorso di riparazione.

Ragazzi e ragazze che devono scontare il periodo di “messa alla prova”, ovvero la sospensione del processo e l’affidamento ai servizi sociali per un cammino di crescita che, se va a buon fine, estingue il reato. E per farlo questi ragazzi, insieme ai loro educatori, hanno scelto la strada dell’antimafia sociale e responsabile. Negli anni Amunì ha visto l’attivazione di 12 percorsi in altrettante province in tutta Italia, con il coinvolgimento di circa 270 ragazzi e ragazze.

Card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei

E oggi in Vaticano, nella conferenza stampa a chiusura dell’Assemblea generale dei vescovi italiani, il presidente della Conferenza episcopale italiana ha fatto riferimento al ventisettesimo anniversario della Strage di Capaci e alla centralità dell’aspetto educativo, per combattere il fenomeno mafioso in tutta la sua “drammaticità”: «Le idee passano con gli uomini – afferma il cardinale Gualtiero Bassetti, citando una delle massime del giudice Giovanni Falcone -, ma continuano a camminare con le gambe delle generazioni che verranno dopo di loro». Una frase definita dal porporato «un messaggio educativo forte per i giovani, di cui c’è particolarmente bisogno».

About Davide De Amicis (2953 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website