Ultime notizie

Don Domenico Di Pietropaolo delegato europeo della Commissione presbiterale italiana

"È stata un’elezione che non mi aspettavo. Ho partecipato ai lavori della Commissione presbiterale italiana come semplice rappresentante della regione ecclesiastica Abruzzo-Molise, senza fare nulla per cercare questo incarico. Sono comunque orgoglioso di questo ruolo di rappresentanza per la nostra arcidiocesi di Pescara-Penne"

L’elezione al terzo scrutinio è avvenuta ieri, a maggioranza, nella seduta romana della Commissione presbiterale italiana

Don Domenico Di Pietropaolo

Ieri don Domenico Di Pietropaolo, parroco di San Camillo De Lellis a Villa Raspa di Spoltore, è stato eletto delegato della Commissione presbiterale italiana presso il Consiglio delle Commissioni presbiterali d’Europa.

L’elezione, avvenuta al terzo scrutinio con maggioranza assoluta nell’ambito della seduta della Commissione presbiterale nazionale presieduta dal segretario generale della Conferenza episcopale italiana monsignor Stefano Russo, è stata accolta con sorpresa dal sacerdote pescarese quarantaseienne (ordinato nel 2002), che l’ha spuntata come candidato del Centro Italia rispetto agli altri due indicati rispettivamente da Nord e Sud: «Su 40 voti totali – racconta don Domenico – ne ho ottenuti più di 30. È stata un’elezione che non mi aspettavo. Ho partecipato ai lavori della Commissione presbiterale italiana come semplice rappresentante della regione ecclesiastica Abruzzo-Molise, insieme ai colleghi di Sulmona e Termoli-Larino (don Ramon Peralta e don Antonio D’Angelo), senza fare nulla per cercare questo incarico».

Che invece è arrivato con un ampio consenso: «Era la prima volta che ci riunivamo – spiega il parroco di Villa Raspa –, evidentemente mi hanno conosciuto in virtù del mio incarico di direttore dell’Ufficio diocesano di Pastorale giovanile. Sono comunque orgoglioso di questo ruolo di rappresentanza per la nostra arcidiocesi di Pescara-Penne».

Il cammino di Don Domenico Di Pietropaolo all’interno di questo organismo consultivo dei vescovi, è iniziato nel 2016 con l’elezione all’interno del Consiglio presbiterale diocesano, mentre l’anno scorso è stato eletto nella Commissione presbiterale regionale (presieduta dal vescovo di Termoli-Larino monsignor Gianfranco De Luca), che l’ha eletto come uno dei tre rappresentanti nella Commissione presbiterale italiana.

Mons. Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne

Ieri, infine, l’elezione come delegato nazionale al Consiglio delle Commissioni presbiterali d’Europa: «È una grande soddisfazione – commenta entusiasta monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne – che un nostro presbitero diocesano possa rappresentare l’Italia all’interno di un consesso europeo così importante».

Un organismo che sostiene l’azione dei vescovi, a livello diocesano, regionale, nazionale e appunto europeo: «Il Consiglio presbiterale diocesano e poi le Commissioni presbiterali regionali, italiana ed europea – precisa l’arcivescovo di Pescara-Penne – si confrontano su tutto ciò che attiene la vita presbiterale, la progettazione e la vita pastorale ad ogni livello ecclesiale».

Della Commissione presbiterale nazionale, inoltre, farà parte anche il rettore del Pontificio Seminario regionale Pio X di Chieti don Antonio D’Angelo, in rappresentanza dell’Ufficio Vocazioni.

Nella seduta della Commissione presbiterale nazionale, che si è riunita a Roma ieri e lunedì, ha aperto i lavori il suo presidente monsignor Stefano Russo, per riflettere sul ruolo di questo organismo consultivo. Successivamente, lunedì pomeriggio, i sacerdoti si sono confrontati sulla pubblicazione della terza edizione del Messale romano, guidati dal direttore dell’Ufficio liturgico nazionale don Franco Magnani. Ieri mattina, infine, sono stati eletti i membri del consiglio direttivo della Commissione presbiterale italiana e il loro rappresentante a livello europeo, don Domenico Di Pietropaolo.

About Davide De Amicis (3085 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website