Ultime notizie

MIUR, LEGA NAVALE, GUARDIA COSTIERA: due concorsi con tema il mare, rivolti alle scuole italiane

Promozione, conoscenza e tutela del mare. Questi obiettivi sono al centro di due concorsi nazionali indetti per l’anno scolastico 2019/2020 dal MIUR, in collaborazione con la Lega Navale Italiana e la Guardia Costiera, aperti agli studenti e alle studentesse delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie.

Il Concorso Nazionale «Insieme cambiamo rotta – No alla plastica in mare, nei fiumi e nei laghi. Cambiamenti climatici, cause e rimedi» è stato pensato dalla Lega Navale Italiana in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. «L’iniziativa, che ben si inquadra con gli obiettivi della LNI – si legge sul bando – intende incoraggiare gli studenti ad approfondire la tematica dell’inquinamento da plastica in mare, nei laghi e nei fiumi e dei cambiamenti climatici, al fine di divulgare e adottare uno schema comportamentale come modello nelle proprie scelte di vita».

Gli studenti di ciascuna classe potranno partecipare inviando elaborati individuali che sviluppino il tema dell’inquinamento e/o del cambiamento climatico. Per le scuole primarie e secondarie di primo grado, è richiesto di proseguire una storia già allegata al bando e i cui attori principali sono un delfino, una tartaruga e un airone che si ritrovano nei pressi di uno scoglio e cominciano a raccontare degli effetti nocivi della plastica in mare. Per le scuole secondarie di secondo grado, le tematiche potranno essere sviluppate attraverso elaborati di diverso tipo: letterario (temi); artistico (fotografie); multimediale (video; audio-video; grafica digitale). Per informazioni più dettagliate e per avere la documentazione necessaria alla partecipazione, è possibile scaricare qui il bando completo.

Gli elaborati devono pervenire entro il 1° marzo 2020. Le premiazioni si svolgeranno l’11 aprile 2020, in occasione della Giornata del mare. Sia per i vincitori della scuola primaria che per quelli della scuola secondaria di primo grado sono previsti corsi di avvicinamento alla vela; per i maggiori di 16 anni, un periodo di imbarco sulla nave scuola della MMI «Amerigo Vespucci» oppure sulla nave scuola della MMI «Palinuro».

«La Cittadinanza del Mare» è invece il Concorso Nazionale nato dalla collaborazione tra il MIUR e il Comando Generale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera al fine di «rendere gli studenti e le studentesse – si legge sul bando – cittadini attivi e consapevoli del mare e dell’ambiente, tutori per la conservazione e la valorizzazione di un bene vitale per il pianeta, diffusori di una cultura di cui, storicamente e tradizionalmente, proprio il mare è portatore».

Gli studenti potranno partecipare sia come classi, sia come gruppo di allievi, inviando un elaborato che sviluppi in modo «originale, significativo e creativo» uno dei seguenti temi: «come diventare cittadino del mare; il mare fonte di vita e volano per l’economia; legalità e mare; la tutela dell’ecosistema marino; la nautica da diporto; il trasporto via mare; vivere il mare in sicurezza; la pesca responsabile; la vela e gli sport acquatici».

Sono ammessi elaborati di diverso tipo: letterario (articoli, saggi, racconti, poesie); artistico (disegni, manifesti, foto, collages); multimediale: (video, canzoni, podcast, spot). Qui è possibile scaricare il bando completo. Ogni istituzione scolastica potrà partecipare con un massimo di tre elaborati da inoltrare entro il 21 febbraio 2020. La premiazione avrà luogo il 7 aprile 2020.

Essere cittadini responsabili, per promuovere la cultura e le tradizioni del mare: una bella sfida; sarà raccolta dalle scuole di Pescara e dell’Abruzzo tutto?

Rispondi