Ultime notizie

“Prendi posizione” a scuola contro la tratta

Progetto “Right Way” della Fondazione Caritas: al via un laboratorio per la sensibilizzazione al tema della tratta di esseri umani per sfruttamento sessuale rivolto ai ragazzi degli Istituti superiori.

E’ iniziato ieri e si concluderà a marzo, presso L’istituto Tecnico “Aterno-Manthonè” e l’ITIS “A. Volta” di Pescara, il laboratorio “Prendi posizione” a cura della Fondazione Caritas dell’Arcidiocesi di Pescara-Penne Onlus

Il laboratorio nasce nell’ambito del progetto nazionale Right Way – 821617 Building integration pathways with victims of human trafficking, a valere sui fondi AMIF con lo scopo di creare azioni di sistema per l’accoglienza di donne migranti vittime di violenze.

«Right Way nasce per favorire l’integrazione sociale e lavorativa delle donne vittime di tratta per sfruttamento sessuale – spiega Valeria Luciani, coordinatrice del progetto – L’integrazione sociale passa anche e soprattutto dalla sensibilizzazione delle comunità all’accoglienza e all’attenzione verso chi è più vulnerabile».

Al centro dell’attività di sensibilizzazione della comunità, dunque, si colloca il laboratorio “Prendi posizione”, con l’obiettivo di avvicinare i giovani a tematiche sociali molto importanti come la violenza di genere, lo sfruttamento e la tratta di essere umani.

«E’ importante fare formazione ai più giovani – conclude Valeria Luciani – fare sensibilizzazione verso tematiche sociali presenti anche sul nostro territorio è necessario per scardinare gli stereotipi più comuni e sviluppare un senso critico, basato su esperienze e situazioni».

La caratteristica fondamentale del laboratorio è quella di non proporre lezioni frontali, ma, avvalendosi di strumenti multimediali, role-playing, etc., stimolare la partecipazione attiva dei ragazzi al fine di restituire loro una concreta consapevolezza delle tematiche sviluppate. 


About Giannicola D'Angelo (60 Articles)
Laureato in Sociologia presso l'Università degli Studi "G. D'Annunzio" di Chieti, si occupa di comunicazione, studi sociali e Osservatorio povertà e risorse della diocesi Pescara-Penne.

Rispondi